Basket, la Sicilia vince la sfida virtuale tra arbitri. A rappresentarla anche il giovane fischietto Nicosia di Caltanissetta

75

Per fronteggiare l’emergenza il Gruppo arbitri pallacanestro di Caltanissetta e Gela si è messo in movimento sfruttando la piattaforma kahoot e le diverse piattaforme digitali per vedersi e rimanere sempre in contatto proponendo quesiti e interagendo.

Federico Nicosia, 17 anni, studente delle scuole superiori e arbitro di basket da sei mesi fa parte del Gap Caltanissetta-Gela guidato da Giuseppe Caci e Antonio Giordano.

“La pandemia globale – ci racconta – non ha fermato il gruppo, anzi siamo sempre in continua evoluzione e continuiamo a lavorare per fare sempre del meglio e persino dai piani alti della federazione si continua a lavorare per tenere in movimento noi arbitri e gli istruttori”.

“Una settimana fa – prosegue il giovane arbitro – ricevo una chiamata dal delegato C.I.A. Giuseppe Caci e dall’istruttore provinciale Antonio Giordano in cui mi dicevano che ero stato selezionato per rappresentare la Sicilia in un torneo delle Regioni. Tutte le regioni sono chiamate a competere tra loro selezionando ognuna 5 arbitri. Dovevamo trattare una tematica precisa sfruttando un Power Point, con un massimo di tempo a disposizione. Io sono stato scelto insieme a altri 4 arbitri di Ragusa con Angelica Barca, Catania con Claudio Maccarone, Palermo con Nicoló Campanella e Messina con Claudio Squadrito, per affrontare la regione Liguria. Ad assistere alla sfida oltre al presidente FIP Caruso e C.I.A. Cinzia Savoca, erano presenti gli istruttori regionali e il mio istruttore provinciale Antonio Giordano. Gara, se così possiamo definirla, che già dalla presentazione die power Point si è rivelata combattuta e i giudici del Friuli Venezia Giulia, molto imbarazzanti nell’esprimere il giudizio finale, che ha visto la Sicilia vincere”.

“Sicuramente è un’iniziativa lodevole da parte del Settore Giovanile Arbitri Nazionale – aggiunge l’istruttore provinciale Giordano – che permette ai giovani arbitri di confrontarsi e cresce in questo momento difficile per tutti”.

Commenta su Facebook