Il bar Shaker chiuso per 15 giorni dal Questore. A giugno l’incendio degli arredi, poi la rissa con un ferito

2460

Una rissa con diverse persone coinvolte e un ferito mandato in ospedale con 30 giorni di prognosi per la frattura del setto nasale. E’ stato questo l’ultimo episodio in ordine di tempo che ha spinto il questore di Caltanissetta, Giovanni Signer a firmare la sospensione dell’attività commerciale per 15 giorni al bar Shaker di corso Umberto a Caltanissetta.

L’atto, adottato su input della divisione della polizia amministrativa della Questura, poggia sull’articolo 100 del testo unico delle leggi in materia di pubblica sicurezza, che prevede la sospensione da uno fino a trenta giorni delle attività per motivi di ordine e sicurezza pubblica, ovvero per la presenza di pregiudicati tra la clientela.

La rissa, avvenuta nei giorni scorsi, è scoppiata intorno a mezzanotte e mezza ed ha reso necessario l’intervento di diversi agenti sul posto. Adesso la sezione Volanti della polizia indaga sulle motivazioni di quanto accaduto.

Il provvedimento di sospensione dell’attività, invece, è di natura cautelare ed ha lo scopo di impedire – attraverso la temporanea chiusura del locale – il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale. Circostanza che non riguarda alcuna responsabilità dei titolari.

A giugno, nottetempo, erano stati incendiati gli arredi esterni del locale, che si trova a pochi passi dal municipio, mentre nel corso delle ultime settimane sarebbe stata notata la presenza di soggetti con precedenti.

Commenta su Facebook