Bando Riqualificazione Caltanissetta: le osservazioni critiche dell’Ordine degli Architetti e del Collegio Geometri.

684

Ecc.mo Sig. Sindaco,

Gli Enti in intestazione sono venuti a conoscenza, in data odierna a mezzo stampa, della
pubblicazione da parte del Comune di Caltanissetta sul proprio Albo Pretorio, nella giornata
del 30.07.2018, di un avviso per la partecipazione ad un programma integrato per il recupero e
la riqualificazione della città, in esecuzione del Decreto del Dipartimento Regionale delle
Infrastrutture della Mobilità e dei Trasporti del 2.05.2018 – pubblicato nella G.U.R.S. del
25.05.2018 n. 23 Parte I.

Orbene, non può non rilevarsi che detto bando, che prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto per la realizzazione e ristrutturazione di alloggi ed opere di urbanizzazione primaria, nel contesto del quale è richiesto il livello di progettazione ESECUTIVO, prevede come scadenza per la presentazione delle proposte il giorno 16 agosto 2018 alle ore 12, stante che il Comune di Caltanissetta dovrà inviare la propria proposta alla Regione, entro e non oltre il 23.08.2018.

Non Le sfuggirà certamente il significato del termine “progetto esecutivo”, che prevede
complesse elaborazioni e prestazioni specialistiche, le quali, verificata la coerenza delle
proposte al bando, dovrebbero perfezionarsi in soli quindi giorni (sic!). Si rassicura, comunque, che gli Enti in indirizzo, nell’ambito del rapporto di
collaborazione, più volte dalla S.V. ill.ma auspicato, a contributo dello sperato successo
dell’iniziativa, daranno ampia diffusione del bando, anche nei propri siti, pur non essendo
stati ne preventivamente interessati dall’Amministrazione che Ella presiede, ne almeno
informati.

Ci si duole, infatti, che nonostante l’importanza dell’iniziativa, che si inquadra in un contesto asfittico di risorse finanziarie, l’Amministrazione che Ella presiede ha ritenuto di doversi attenersi ad un livello di pubblicità minimo, non certamente distinto per trasparenza. Il termine di soli quindici giorni concesso, soprattutto se rapportato al periodo feriale, oltre ché oltraggiare la qualità progettuale, è suscettibilmente troncante nei confronti di una auspicabile ampia partecipazione, che nel principio di concorrenza è garanzia dell’interesse pubblico, che nel caso di specie risulterebbe violato sotto diversi profili.

Con ciò non si intende criticare l’attività degli Uffici, che in soli 3 giorni dalla disposizione
dell’Assessore alla Viabilità e Vivibilità del 25.07.2018, protocollo 73041/2018, hanno
predisposto la documentazione, emesso la Determinazione n° 299 del 28.07.2018,
pubblicata il 30.07.2018, ma non appare, di contro, accettabile che a fronte di un Decreto
del 02.05.2018, pubblicato sulla G.U.R.S. del 25.05.2018 n° 12, il predetto Assessore
provveda solo dopo oltre due mesi a dare impulso all’attività degli Uffici. Tale condotta , pur volendo soprassedere sui palesi profili di censurabilità tecnico giuridici, ha
in questo caso, altresì palesato scarsa sensibilità nei confronti del contesto, non solo
professionale, ma anche economico e sociale della città, in quanto suscettibile di inficiare
l’ottimale riuscita dell’iniziativa sia sotto il profilo quantitativo limitandone l’accesso ad un
ampia platea di proponenti, che sotto il profilo qualitativo, costringendo a redigere le proposte progettuali in tempi esigui, tutto ciò in un momento di crisi delicatissimo.

Si raccomanda, a parziale rimedio, che si dia impulso agli Uffici affinché effettuino attività di affiancamento e consulenza dei Soggetti proponenti. Nell’auspicio del non ripetersi di tali incresciose evenienze, si manifesta, ancora una volta la
disponibilità degli scriventi alla collaborazione, nell’interesse, non solo delle categorie
professionali rappresentate, ma del territorio della S.V. amministrato.
Cordialità.

Ordine Architetti P.P.C. Collegio Geometri e Geometri Laureati
della Provincia di Caltanissetta della Provincia di Caltanissetta
F.to Arch. Paolo Lo Iacono F.to Geom. Salvatore Tomasella

Commenta su Facebook