Banconote false, arrestato un ventinovenne. L’allerta dei Carabinieri: “Fare attenzione ai piccoli tagli”

1117

I carabinieri del nucleo radiomobile arrestano un giovane, per detenzione e spendita di banconote false. Il 29enne è stato fermato ieri sera tardi presso la stazione di Xirbi. Si è subito mostrato nervoso al controllo ed è stato perquisito ed è stato trovato in possesso di banconote di vario taglio tutte palesemente false, per un ammontare totale di € 440 suddivise in tagli da 20, 10 e 5 euro.

L’uomo disponeva anche di un’ulteriore somma di denaro genuino, per un totale di oltre € 200, in banconote di piccolo taglio, che potrebbe aver ricevuto in resto per piccoli acquisti presso ignari commercianti a cui rifilare i soldi falsi. Secondo questa ipotesi è stato arrestato per “spendita monete false” essendo anche gravato da denunce per vari reati.

Condotto presso gli uffici della caserma “G. Guccione”, sede della compagnia carabinieri di Caltanissetta, da lì su disposizione del Pm di turno è stato tradotto nella casa circondariale di via Messina in attesa dell’interrogatorio di garanzia. Indagini sono in corso per addivenire al canale di approvvigionamento delle banconote.

Nella circostanza, il tenente colonnello Restuccia, del comando provinciale, ritiene opportuno “sensibilizzare chi quotidianamente maneggia banconote di piccolo taglio, sulle quali l’attenzione riposta è minore, specie nel riceverle quale resto a fronte di banconote di taglio maggiore”. “Diventano quindi fondamentali – spiega l’ufficiale – le tempestive segnalazioni alle forze dell’ordine da parte dei cittadini allorquando notano qualcosa di anomalo”.

Recentemente il comando antifalsificazione monetaria dei carabinieri, nell’ambito dei servizi di controllo «estate 2017» ha effettuato diverse azioni di contrasto al falso nummario, che hanno portato al rinvenimento e sequestro addirittura di monete da 2 euro oltre a banconote false da 10, 20 e 50 euro.

Commenta su Facebook