Avvocatura comunale, Campisi attacca: “In tre anni perso un milione di euro”. Gli avvocati: “Non è vero”

2006

Adesso che il Consiglio nazionale forense ha deciso l’iscrizione dell’avvocato Daniela Sollima, funzionario responsabile dell’avvocatura del comune di Caltanissetta, all’elenco speciale dell’Ordine degli avvocati di Caltanissetta, l’ex sindaco di Caltanissetta, Michele Campisi, si toglie qualche sassolino.

“In tre anni si sarebbe risparmiato un milione di euro”, ha detto Campisi ospite di Tony Accesi domenica mattina su Radio CL1.

Era stato Campisi, infatti, a istituire l’avvocatura, far bandire il concorso e propiziare l’assunzione del vincitore, risultato essere l’avvocato Sollima. Con lo scopo di difendere in giudizio l’Ente tramite un proprio legale abbattendo il numero di incarichi affidati all’esterno, anche per il rilascio di pareri.

Ma il progetto incontrò l’opposizione dell’Ordine degli avvocati di Caltanissetta che per una serie di motivazioni (l’inquadramento come funzionario e non come dirigente, fatto questo avrebbe minato l’autonomia e indipendenza dell’avvocato)  negò l’iscrizione dell’avvocato nisseno nel foro di Caltanissetta. La Sollima, infatti, risultava iscritta in altro foro e fino all’iscrizione a Caltanissetta non ha potuto difendere l’ente in giudizio.

Il caso è così finito al consiglio nazionale forense, Cnf, che ha invece ritenuto legittima l’istanza dell’avvocato del comune, disponendo la sua iscrizione. Dal 2012 ad oggi, secondo l’ex sindaco, tra incarichi legali per difendere l’ente in giudizio, e incarichi esterni per la redazione di pareri, si sarebbe risparmiato un milione di euro.

“Non si riesce a capire perchè a Caltanissetta le cose non si possono fare, mentre in tutta Italia si può e si risparmia. Sono convinto che per una serie di cause il Comune avrebbe risparmiato almeno un milione di euro che si sono persi”, ha detto Campisi.

Pronta la replica del presidente dell’Ordine degli avvocati, Pierluigi Zoda, anche lui ospite in trasmissione. “Non cado nel tranello, non voglio polemizzare con i politici ma non è vero questo risparmio delle somme, perchè il più delle volte, quando servono avvocati specializzati, il comune finirebbe per pagare due legali”, ha replicato Zoda.

Commenta su Facebook