Autovelox in città. Interrogazione di Aiello sull’utilizzo dei soldi incassati dal Comune

855
il consigliere Aiello (FI)
il consigliere Aiello (FI)

“Come vengono spesi i soldi incassati dal Comune con l’autovelox?”. A chiederlo in un’interrogazione è il consigliere comunale d’opposizione, Oscar Aiello.

“Per legge – spiega – i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie rilevate con autovelox vanno destinati ad interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle strade, l’autovelox non va dunque utilizzato come bancomat per fare cassa a danno dei cittadini ma per specifiche finalità inerenti soprattutto la sicurezza stradale del Comune”.

“Considerato che le entrate derivanti da sanzioni amministrative pecuniarie per violazione del codice stradale hanno una destinazione parzialmente vincolata – prosegue Aiello -, e che occorre limitare il ricorso a questo tipo di fondi per coprire spese correnti”, in merito ai fondi vincolati ex legge il consigliere ha chiesto al sindaco: “Quale sia la percentuale di tali fondi effettivamente investiti sul territorio di Caltanissetta, nelle singole finalità previste dall’articolo 208 del CdS ossia nell’adeguamento, ammodernamento o manutenzione delle infrastrutture e dell’arredo stradale, nel potenziamento delle attività di controllo, nei corsi di educazione stradale, nella mobilità ciclistica, nella redazione dei piani urbani del traffico”.

“Se il Comune – ha concluso nell’interrogazione – ha inviato annualmente al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e al Ministero dell’Interno la prevista relazione sui proventi di tutte le sanzioni e sull’impiego dei relativi fondi”.

Commenta su Facebook