Autopsia sulla casalinga morta al Sant’Elia. La Procura acquisisce le cartelle cliniche

1057

Con il sequestro della cartella clinica, la Procura di Caltanissetta ha formalmente aperto l’inchiesta sulla morte della casalinga di 46 anni, madre di cinque figli, avvenuta ieri sera. Al momento non ci sono iscritti nel registro degli indagati.

Sul corpo della donna sarà effettuata l’autopsia. Il decesso è avvenuto durante un esame coronarografico. Si apprende dall’ospedale che l’intervento dei sanitari sarebbe stato tempestivo, e la donna era sottoposta a esame specifico.

La signora, ricoverata nel reparto di Medicina,  stava svolgendo l’angiografia coronarica presso il reparto di emodinamica, quando è morta, probabilmente, per un collasso cardiaco, una situazione patologica ingravescente che non le ha lasciato scampo.

E’ stato a quel punto, appresa la notizia, che i familiari avrebbero spinto sulla porta del reparto per entrare, quando dall’ospedale hanno chiamato la polizia che ha sedato gli animi. Da qui la decisione della Procura di approfondire il caso, acquisendo le cartelle cliniche e disponendo l’autopsia.

Commenta su Facebook