Aumento Tari. Aiello (Lega): “Il Sindaco annulli l’incontro con i cittadini e venga a riferire in Aula”

498

“Il Sindaco Gambino annulli il tardivo incontro con i cittadini e venga riferire in Aula” – così il Commissario provinciale e Capogruppo della Lega, Oscar Aiello, commenta la decisione del Sindaco grillino di voler incontrare al centro polivalente Michele Abbate i cittadini per parlare dell’aumento della tassa sui rifiuti.

“Il luogo istituzionale dove discutere dei problemi della Città e delle decisioni che la riguardano – aggiunge il Consigliere Leghista – è l’Aula Consiliare. Che ben venga il coinvolgimento dei cittadini, ricordi però il Sindaco che la Città è rappresentata dai Consiglieri Comunali, che dovranno eventualmente approvare l’aumento della TARI e che il Sindaco, in barba a tutte le regole della politica e del bon ton istituzionale, sta snobbando. Sia i Consiglieri d’Opposizione, che quelli della Maggioranza M5S  – fa sapere Aiello – continuano ad apprendere dalla stampa notizie di decisioni già prese, che andrebbero invece previamente condivise e concordate a Palazzo del Carmine. A cosa servirà l’incontro con i cittadini? A comunicare una decisione già presa in totale autonomia da una parte del M5S? Invito pertanto il Sindaco ad annullare l’incontro previsto al centro Abbate e di venire a riferire in Aula, non solo dell’aumento del 25% della Tari, ma anche del chiacchierato debito ATO che il M5S ha voluto riconoscere. Non vorrei – conclude Oscar Aiello – che il primo aumento della TARI sia solo l’inizio di una manovra lacrime e sangue per far pagare ai nisseni un debito milionario creato da altri e che porterà il Comune in crisi economico-finanziaria”.

Commenta su Facebook