“Attriti con la Curia”. Sorpreso in azione l’autore dei danneggiamenti ai contatori idrici del Vescovado

1085

Risolto il giallo dei danneggiamenti ai contatori idrici della Curia Vescovile di Caltanissetta. La polizia ha denunciato un 51enne per danneggiamento aggravato. E’ stato sorpreso domenica mattina dagli agenti della Digos mentre armeggiava nel vano contatori del Vescovado. Venerdì e sabato, in due distinte occasioni, erano stati tranciati i tubi dell’acqua, interrompendo l’erogazione idrica nella struttura sede della Curia, del Museo e del Liceo. Domenica mattina alle 11.00, i poliziotti della Digos, si sono appostati in Via Cairoli, notando un individuo nei pressi del cancello della Curia, armeggiare davanti l’armadietto in metallo dei contatori idrici. Dalla visione delle immagini di videosorveglianza, infatti, gli agenti avevano direzionato i sospetti sul 51enne, grazie ai numeri di targa del suo mezzo. Prima di intervenire, gli agenti hanno lasciato che l’uomo iniziasse ad armeggiare, sorprendendolo con gli attrezzi da scasso e una bomboletta di schiuma poliuretanica con la quale voleva otturare i tubi dell’acqua. Fermato e condotto in Questura l’uomo ha ammesso i danneggiamenti per non meglio precisati motivi conflittuali che a suo dire intercorrerebbero tra lo stesso e la Curia.

Dalla perquisizione eseguita sul mezzo del fermato, celati nel baule, sono stati rinvenuti e sequestrati un attrezzo rudimentale a forma di “T” con due chiavi tubolari utilizzate per aprire le serrature apposte sugli sportelli dei contatori dell’acqua e una chiave tubolare in metallo. Dalla successiva perquisizione presso l’abitazione, invece, rinvenivano e sequestravano due seghetti utilizzati per tagliare i tubi.

Il cellulare dell’uomo conteneva, inoltre, la documentazione fotografica dei danneggiamenti eseguiti dallo stesso. Il 51enne è stato denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di danneggiamento aggravato.

Commenta su Facebook