“AttraversaMenti, So..ridere ancora”. Ascolta l'intervista a Luca Vullo e Fabio Ruvolo

680

Locandina AttraversaMenti invito

Intervista Ruvolo_Vullo Attraversamenti (ASCOLTA)

Caltanissetta 20 Settembre 2012- Un viaggio tra emozioni diverse che si intrecciano in modo semplice e spontaneo e che penetrano con forza nel cuore di chi assiste l’evolversi inesorabile della malattia. Un seguirsi continuo di stati d’animo che esprime il sentimento più profondo, meta del nostro viaggio. Questa la sintesi del film che racconta l’Alzheimer, patologia ancora oggi forse poco conosciuta ma che conta in Italia un milione i soggetti affetti da demenza di cui circa 600.000 quelli a cui è stata diagnosticata una demenza di Alzheimer. Sono 150/200.000 i nuovi casi di demenza diagnosticati ogni anno. In Sicilia si stimano in 50.000 i casi noti ed oltre la metà quelli ancora da riconoscere attraverso un percorso diagnostico specifico.

Ascolta l’intervista al presidente di Etnos, Fabio Ruvolo e al regista di Attraversamenti,  Luca Vullo in onda su CL1 News

Una malattia che rappresenta oggi purtroppo un triste avvenimento soprattutto per le famiglie che quasi di colpo si trovano a vivere una realtà che se senza sostegno rischia di logorare anche i nuclei più forti e sani. Così parte proprio alla Sicilia e da Caltanissetta un messaggio forte di speranza, di eccellenza, di sostegno concreto per gli ammalati e le loro famiglie, di ottimismo e di speranza. Il messaggio è raccontato da “AttraversaMenti”, documentario che la Cooperativa Sociale nissena Etnos presieduta da Fabio Ruvolo ha deciso di allestire affidandone la realizzazione ad un’altra eccellenza siciliana, il regista nisseno Luca Vullo, talentuoso documentarista stimato a livello internazionale con la sua società di produzione cinematografica Ondemotive.

L’idea nasce quasi per gioco. Come spiegare e diffondere il microcosmo, fatto però da grandi storie ed immense emozioni che compongono la quotidianità di un centro dove decine di ammalati della grave patologia degenerativa ritrovano il sorriso? Perché non farne un documentario! Meglio se affidarne la realizzazione ad un regista siciliano che ha fatto della sua sensibilità una missione professionale. Ne scaturisce un film, in cui in un’ora circa lo spettatore viene proiettato in un mondo di cui conosce poco o nulla, una pellicola che racconta le emozioni e le storie di chi l’Alzheimer lo vive da vicino, con gli ammalati e le loro storie, con i loro discorsi talvolta sgangherati, e le sensazioni dei parenti, da quando la malattia arriva, inaspettata, al modo migliore per conviverci, sorridere ed apprezzare ogni istante della vita. Ci sono poi le testimonianze di chi con gli ammalati ci lavora, fa loro trascorrere tempo attraverso attività che con metodi ludici tendono a far recuperare le facoltà cognitive degli ospiti, allontanando così il momento degenerativo della patologia. Anche le musiche sono affidate ad artisti nisseni, con le colonne sonore realizzate da Giuseppe Vasapolli e dal gruppo de “I Murra”.

Un film che non ha pretese stilistiche o grandi attrezzature tecniche e scenografiche: “AttraversaMenti” è stato girato con una sola telecamera ed un microfono, per far si che il regista, durante le riprese, divenisse anch’egli ospite del centro, calandosi tra i personaggi, parlando con loro, ascoltando e cogliendo con discrezione quegli attimi e quella spontanea bellezza che difficilmente con mezzi cinematografici si sarebbero potuti cogliere ed immortalare. Un documento che invita alla riflessione e testimonia come i medici, gli psicologi, sebbene non possano trattare la malattia, riescano però a trasferire benessere. Ed è proprio il concetto di benessere e di sorriso ad essere chiamato in causa anche dal sottotitolo di AttraversaMenti: “Alzheimer So…ridere ancora”. Il documentario è pregno di testimonianze, di vita vera, reale, di aneddoti, raccontati dagli stessi pazienti e dai loro familiari, con una alternanza tra allegria e tristezza che genera pathos dal primo all’ultimo minuto. Il Film la cui distribuzione è ancora da definire sposerà certamente altre cause solidali, si pensa già di impiegare gli eventuali ricavi l’acquisto di un camper che possa consentire una sensibilizzazione continua e costante dell’Alzheimer nei piccoli centri, dove la patologia è ancora connotata da forte pregiudizio. Il documentario è altresì invito per le istituzioni ad attivarsi a garantire adeguata assistenza agli ammalati ed alle famiglie che vivono il dramma della malattia, ed ancora ai familiari a costituirsi in associazioni per far valere i loro diritti. AttraversaMenti si pone inoltre l’obiettivo di abbattere i tabù che rendono ancora la malattia dell’Alzheimer come qualcosa di cui vergognarsi, dato che intaccando la sfera celebrale, pone i familiari in uno stato di riserbo e chiusura, che li tende ad isolare il congiunto dal mondo esterno, dalla società, che potrebbe considerarlo “pazzo”. La soluzione testimoniata dalla pellicola, sta invece proprio nell’apertura e nella cooperazione.

AttraversaMenti Alzheimer So…ridere ancora sarà proiettato in anteprima Lunedì 24 Settembre a Caltanissetta nei locali del Centro Polivalente Michele Abbate a partire dalle ore 19.30 con ingresso libero.

(Fonte: L’Ufficio Stampa della Cooperativa Sociale Etnos Caltanissetta Marco Benanti)

Commenta su Facebook