Attrattività dei borghi, bando esclude piccoli Comuni sopra 5 mila abitanti. Il sindaco di Mussomeli scrive al ministro Franceschini

Quella che pubblichiamo di seguito è la lettera scritta dal sindaco di Mussomeli Giuseppe Catania al ministro per la Cultura Dario Franceschini avente ad oggetto la misura del Pnrr per investimenti nell’attrattività dei Borghi. Il primo cittadino del Comune del vallone (poco più di 10 mila abitanti) chiede una urgente modifica e integrazione del bando che mette a disposizione complessivamente poco più di un miliardo di euro escludendo i piccoli comuni sopra i 5 mila abitanti.

Preg.mo Signor Ministro,

Nell’ambito degli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è stato previsto l’investimento “2.1 Attrattività dei Borghi” che prevede un finanziamento complessivo pari a 1.020 milioni di euro. L’Investimento come da Ella stessa divulgato è suddiviso in due linee d’intervento:

• Linea A dedicata a Progetti pilota per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei Borghi a rischio abbandono e abbandonati con una dotazione finanziaria di 420 milioni di euro

• Linea B dedicata a Progetti locali per la Rigenerazione Culturale e Sociale con una dotazione finanziaria complessiva di 580 milioni di euro.

L’investimento vede, infine, un importo pari a 20 milioni di euro destinati all’intervento “Turismo delle radici” il cui soggetto attuatore è il Ministero degli Affari e della Cooperazione Internazionale. La Linea B Progetti locali per la Rigenerazione Culturale e Sociale, oggetto dell’avviso, ha una dotazione finanziaria pari a 380 milioni di euro ed è finalizzata alla realizzazione di progetti i  almeno 229 borghi storici in coerenza con il target previsto dalla scheda relativa all’investimento 2.1 del PNRR-M1C3-Cultura.

Con successiva procedura, avente una dotazione finanziaria pari a 200 milioni di euro, saranno sostenute a gestione centralizzata di responsabilità del MiC, le imprese che svolgono attività culturali, turistiche, commerciali, agroalimentari e artigianali localizzate nei medesimi comuni oggetto dei Progetti di rigenerazione culturale e sociale.

L’avviso pubblico, dedicato ai piccoli borghi storici, è finalizzato a promuovere progetti per la rigenerazione, valorizzazione e gestione del grande patrimonio di storia, arte, cultura e tradizioni presenti nei piccoli centri italiani, integrando obiettivi di tutela del patrimonio culturale con le esigenze di rivitalizzazione sociale ed economica, di rilancio occupazionale e di contrasto dello spopolamento.

Gli interventi ammessi al finanziamento dovranno dare nuova linfa al tessuto socioeconomico di questi luoghi attraverso la riqualificazione degli spazi pubblici, la rigenerazione del patrimonio storico-architettonico insieme all’attivazione di iniziative imprenditoriali e commerciali che creino ricadute occupazionali sul territorio.

Purtroppo, i destinatari dell’Avviso di cui alla presente interrogazione sono, esclusivamente, i piccoli comuni singoli o aggregati con popolazione residente fino a 5.000 abitanti nei quali sia presente un borgo storico chiaramente identificabile e riconoscibile (o, nel caso di comuni dimensionalmente molto piccoli, si configurino essi stessi come un borgo storico).

Gent.mo signor Ministro, il Comune di Mussomeli è un comune dell’entroterra siciliano con un numero di abitanti di poco superiore a 10.000, che nel corso di questi ulti tre anni ha portato avanti una imponente campagna di rigenerazione urbana basata su due direttrici:

1. la riqualificazione di aree e spazi pubblici ed edifici di proprietà pubblica insistenti prevalentemente nel centro storico;

2. la riqualificazione di edifici di proprietà privata, ormai abbandonati ed in precario stato di conservazione.

I risultati sin qui ottenuti sono incoraggianti e significativi, al punto che sono in corso di riqualificazione ben quattro piazze comunali ed almeno quattro edifici storici e, soprattutto, è in corso – grazie al nostro progetto “Mussomeli Case1Euro” – una campagna di attrazione di capitali stranieri che ha portato la conclusione di oltre 250 contratti di compravendita con cittadini stranieri di ben 18 nazionalità diverse (Stati Uniti, Europa, Russia, Australia).

Peraltro, a queste azioni che sono strettamente legate alla rigenerazione sul piano urbanistico, si aggiungono ulteriori iniziative ed interventi di infrastrutturazione immateriale finalizzate alla messa a valore del patrimonio culturale immateriale in chiave di valorizzazione turistica.

Purtroppo, Signor Ministro, mi duole rappresentare che, così per come sono formulate le due linee di finanziamento sopra richiamate, rimarrebbero esclusi comuni di modeste dimensioni demografiche come quello da me amministrato che, benché con popolazione di poco superiore ai 10.000 abitanti, hanno dato prova di portare avanti percorsi di rigenerazione urbana che hanno già prodotto risultati significativi. Rimanendo esclusa la possibilità a comuni come Mussomeli di partecipare alla candidatura ai bandi di cui in oggetto si vedrebbero gravemente mortificati gli sforzi fino a questo punto fatti.

Per queste ragioni preg.mo Signor Ministro Le CHIEDO

Di voler mettere in atto ogni procedura ed adempimento utile al fine di consentire ai comuni come il mio (con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti) di partecipare all’avviso pubblico di cui al bando in oggetto o, in alternativa, la emanazione di un altro avviso pubblico avente uguali finalità da finanziare con risorse del PNRR. Confidando in un cortese urgente riscontro alla presente si coglie l’occasione per inviare

cordiali saluti.

Il sindaco,

Giuseppe Catania

Commenta su Facebook