Attivo lo sportello Integra-corner del progetto Shubh: un servizio a disposizione del territorio

Uno spazio a disposizione del territorio per costruire percorsi di integrazione e inclusione per le persone titolari di protezione internazionale ma anche per altri cittadini in difficoltà.

E’ stato inaugurato ieri a Caltanissetta, in via Rampolla n. 5, lo sportello Integra-corner previsto dal Progetto SHUBH – Servizi integrati per l’autonomia socio-economica dei titolari di Protezione Internazionale”, promosso da una rete nazionale coordinata dal Patronato INCA CGIL , insieme ad ARCI, AUSER e SUNIA e cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il FAMI, Fondo Asilo Migrazione e Integrazione.

Lo sportello avrà il compito di accompagnare le persone straniere già uscite o in uscita dai circuiti di accoglienza verso la piena autonomia socio-economica, fornendo loro ogni tipo di supporto informativo e di conoscenza delle normative e delle opportunità esistenti per orientarli verso una partecipazione attiva alla vita della comunità

In questo senso, fondamentale è l’impegno assunto dai partner del progetto di sostenere l’attività dello sportello con i propri servizi e con l’avvio di una fase di animazione territoriale per far conoscere all’esterno le attività progettuali e coinvolgere nella rete di supporto al progetto le Istituzioni pubbliche, altri soggetti associativi ed economici.

Alla presentazione dello sportello sono intervenuti Fausto Melluso, responsabile immigrazione di ARCI Sicilia, Rosanna Moncada, segretaria generale CGIL provinciale, Giuseppe Montemagno, presidente territoriale ARCI Caltanissetta, Antonella Cascino, della segreteria provinciale CGIL, Sergio Norato, direttore Patronato INCA, Iside Licata, del SUNIA, Calogero Santoro, presidente dell’associazione ARCI I Girasoli e Hassan Maamri, coordinatore in Sicilia della rete degli sportelli del progetto Shubh.

Per maggiori informazioni: https://progettoshubh.it/

Commenta su Facebook