Ato Rifiuti. Salta approvazione bilancio 2008. Campisi chiede rinvio a marzo.

884

Elisa Ingala Aldo Russo - riunione sindacatiE’ stata rinviata al mese di marzo 2013 la trattazione ed eventuale approvazione del bilancio 2008 dell’Ato Ambiente CL1, ma in quella data saranno esaminati (almeno nelle intenzioni) anche i bilanci successivi fino al 2011,  per avere una visione complessiva  e definitiva dell’’andamento finanziario della società d’’ambito.

E’ quanto emerso nel corso dell’’assemblea  dei soci dell’’Ato Ambiente Cl1 che si è tenuta questo pomeriggio, in seconda convocazione, nella sede di Salvo D’’Acquisto. I sindaci dei comuni, chiamati a discutere e approvare il bilancio d’’esercizio del 2008,  hanno deciso per un rinvio su proposta del sindaco di Caltanissetta, Michele Campisi e il voto contrario dei comuni di Sutera e Campofranco che erano per l’approvazione.

La proposta di rinviare al mese di aprile è stata formulata dal sindaco Michele Campisi che ha chiesto di avere una visione d’’insieme più completa ed esaustiva della società.

Di differente opinione il sindaco di Sutera, Gero Di Francesco, che optava per l’’approvazione del bilancio 2008 in quanto solo con l’approvazione del bilancio, i comuni possono sottoscrivere il piano di rientro dal debito e ottenere anticipazioni dalla Regione Siciliana altrimenti bloccate. Ma sottoscrivere il piano di rientro significava anche accertare ed accettare l’esistenza di debiti o crediti e le relative obbligazioni, visto che l’assessorato regionale ha richiamato la disciplina della sussidiarietà (ovvero paghino i comuni).

““Ero d’accordo ad approvare il bilancio 2008 -– ha detto Gero Di Francesco – perché è stato scandagliato in ogni suo particolare ed è stato risolto il problema delle spese generali dell’’Ato in relazione alla consistenza demografica dei comuni.  Ritengo che il rinvio sia una manovra dilatoria che serva soltanto ad alcuni comuni per non riconoscere i loro consistenti debiti””.

Erano assenti i comuni di Bompensiere, Milena, Resuttano, San Cataldo, Villalba; presenti tutti gli altri sindaci e la Provincia regionale di Caltanissetta, con il dirigente  Alberto Nicolosi.

Commenta su Facebook