Rifiuti. Emergenza finanziaria Ato CL1. La Regione anticipa ma "paghino i comuni!".

870

Ingala Elisa“Linea dura contro i comuni inadempienti verso l’Ato”. Il commissario ha espresso le indicazioni che il liquidatore, Elisa Ingala dovrà eseguire nei prossimi giorni ed ha preannunciato un intervento sostitutivo, così come emerge da una nota dell’ufficio stampa Ato.  “I comuni sono tenuti a pagare il costo integrale che è a loro carico”, ha detto l’ing. Maurizio Norrito, soggetto attuatore regionale per  l’emergenza rifiuti. “Avrei gradito che ci fosse stato maggiore pressing sulle municipaltà e, per questo,  le diffide dovranno partire subito. In caso di  inadempienza invieremo i commissari negli enti locali, in tempi molto brevi”.
Questa, la linea emersa nel corso dell’incontro voluto dal Prefetto, Carmine Valente a seguito della paralisi economica dell’Ato Cl1, dopo il pignoramento notificato dal gestore della discarica di Siculiana (Ag), la Catanzaro Costruzioni,  alla società d’ambito e ai comuni  debitori.  La riunione si è conclusa, in tarda mattinata,  con la decisione che i lavoratori dovranno attendere al massimo entro il prossimo lunedì, quando al presidente di Caltambiente verrà data la certezza del pagamento, a ridosso dell’udienza, di 400 mila euro; altre  250 mila dovranno essere versate  il 16 novembre  per pagare f24  e carburante e infine altre 200 mila euro entro il 25 novembre.

rifiutiCosì dovrebbero essere saldate la mensilità di settembre e, dal 15 novembre, quella di ottobre. Il commissario per l’Emergenza, invece, con l’emissione di apposito provvedimento si è impegnato a versare a Caltambiente un importo pari alla fatturazione, per il servizio svolto per il mese di ottobre. Si tratterebbe di un’ anticipazione versata dalla Regione che graverà sui comuni che avranno decurtati i trasferimenti della quota parte.

All’incontro, di questa mattina, convocato dal prefetto Carmine Valente, erano presenti, il viceprefetto vicario, Giuseppina Di Raimondo, Maurizio Norrito, soggetto attuatore Emergenza rifiuti, il liquidatore dell’Ato Ambiente Cl1, Elisa Ingala,  il coadiutore  Teobaldo Russo, Alberto Giardina, presidente di Caltambiente ed i sindacalisti Giuseppe Scarantino della Rsa Cgil, Mario  Lo Cicero per la Ugl, Liborio Lombardo della Cisl.

La società Caltambiente ha rimarcato le difficoltà e il carico di crediti che vanta nei confronti dell’Ato Cl1. “Abbiamo un contenzioso di 4 milioni di euro per gli anni precedenti, mentre solo per lo scorso anno abbiamo maturato un credito di circa un milione e mezzo di euro. Dobbiamo garantire un servizio, ogni mese paghiamo 80 mila euro di carburante e abbiamo la voce tasse, F24 e Inps, oltre i fornitori. Se avrò certezza di avere 400 mila euro il 13 novembre , mi impegnerò a versare gli stipendi ai netturbini, il giorno dopo,  saldando il mese di settembre”, ha dichiarato Giardina.

Ingala sindacatiLa società Caltambiente afferma di vantare un credito di oltre 1 milione di euro risalente allo scorso anno, ma il liquidatore Ingala al contrario garantiva che sotto la sua gestione commissariale tutti i fornitori sono stati sempre pagati regolarmente e i debiti risalgono all’era Cimino.

Sostegno e di vicinanza da parte del Prefetto Carmine Valente ai lavoratori, con l’auspicio di trovare una soluzione a questa complessa situazione.

L’Ato Ambiente vive una situazione drammatica da quando la ditta Catanzaro Costruzioni Srl ha notificato  di tre atti di pignoramento che hanno riguardato anche i dieci comuni dell’Ambito, compreso il capoluogo nisseno,  che  avrebbero dovuto saldare il debito per avere scaricato i  rifiuti nell’impianto. Si tratta di debiti pregressi, tutti  maturati al 31 dicembre 2010, poiché sotto la gestione del liquidatore, la dott.ssa Elisa Ingala sono stati saldati tutte le fatture nei confronti del gestore della discarica.

I comuni, soci direttamente interessati ed ai quali sono stati notificati i pignoramenti sono Caltanissetta, Acquaviva Platani, Bompensiere, Milena, Montedoro, Mussomeli, San Cataldo, Serradifalco e Sutera.

Commenta su Facebook