Atletica leggera, studente del Mottura medaglia d’argento ai campionati regionali

L’atletica leggera torna a scuola dopo la pausa Covid con la squadra di studenti dell’Istituto superiore d’istruzione “Sebastiano Mottura” di Caltanissetta, l’unico della provincia di Caltanissetta a partecipare alla finale regionale dei campionati studenteschi per l’ateltica leggera 2021-2022.

Ottima la prestazione degli studenti del Mottura che con Gabriele Bongiovanni della classe 3G del liceo scientifico Scienze applicate ha ottenuto la medaglia d’argento nel salto in alto, categoria Allievi (nati tra il 2005 e il 2007). I campionati si sono svolti a Palermo il 19 maggio scorso nell’impianto polisportivo universitario. Buone le prestazioni dei sei atleti che componevano la squadra: oltre a Bongiovanni c’erano Mattia Di Martino della 1E, Giuseppe Lauria della 2E, Gabriele Lo Sardo, Hamza Senna e Simone Stella della 3F. Hanno gareggiato nelle specialità dei 100 metri, 100 ad ostacoli, 1.000 metri, salto in lungo, salto in alto, getto del peso e staffetta 4×100. Ad accompagnarli i preparatori della scuola, i docenti di scienze motorie Patrizia Terrana e Nicolino Leonardi. Bongiovanni nonostante qualche fastidio fisico ha sfiorato la vittoria nel salto in alto superando l’asticella posta a 1,73 metri, tre centimetri sotto il vincitore che ha saltato 1,76. La prova gli è valsa il secondo gradino del podio e gli ha consentito di laurearsi vicecampione regionale.

“Ci complimentiamo con tutti gli alunni che hanno partecipato con un encomio particolare a Gabriele Bongiovanni per il secondo posto regionale – afferma la dirigente scolastica del Mottura Laura Zurli -. Con questa attività i ragazzi realizzano un traguardo importante attraverso la sana competizione. Essere di fronte a se stessi e sperimentare che possono farcela, l’Atletica in questo senso è la più difficile tra le specialità”.

La professoressa Terrana sottolinea l’importanza di questa esperienza “dopo due anni di pandemia in cui i ragazzi non hanno potuto evidenziare le loro abilità. Non tanto per la competizione ma per il confronto con gli altri e con se stessi”. Sulla stessa scia il commento dello studente Gabriele Bongiovanni: “Un’esperienza bella per la competizione ma soprattutto per il clima di amicizia con gli altri concorrenti al di là del posizionamento. L’importante è stato partecipare e vivere questa giornata insieme”. Sono state 31 le scuole partecipanti nella categoria maschile e 24 in quella femminile. I campionati regionali sono rivolti esclusivamente a studentesse e studenti iscritti nelle scuole secondarie di primo e secondo grado e trovano la naturale collocazione nell’ambito dell’avviamento alla pratica sportiva svolta dai docenti di scienze motorie.

Commenta su Facebook