Assistenti igienico personali nelle scuole, il Comune avvia un progetto sperimentale per erogare il servizio

Con un atto d’indirizzo adottato con delibera di giunta l’amministrazione comunale di Caltanissetta intende avviare in tempi brevi il servizio di assistenza igienico personale agli alunni disabili delle scuole di propria competenza per l’anno scolastico appena iniziato. Le scuole interessate sono quelle dell’infanzia, le primarie e le scuole medie del Capoluogo. Come è noto dallo scorso anno è stata applicata anche in Sicilia la normativa che assegna agli assistenti scolastici Ata il compito di svolgere i compiti di assistenza igienico personale degli alunni disabili che ne hanno necessità. Una norma a cui la Sicilia negli anni precedenti non si era adeguata continuando ad erogare il servizio tramite le cooperative salvo poi dovere stoppare tutto dopo un parere della giustizia amministrativa.

Adesso la Giunta Gambino ha deliberato l’atto d’indirizzo per la realizzazione di un progetto sperimentale in favore degli alunni disabili con particolari fragilità che prevede l’impiego di operatori qualificati con esperienza maturata nell’ambito dei servizi scolastici d’integrazione degli alunni disabili, per interventi specifici non coperti dalle altre figure professionali quali ASACOM, docente di sostegno, collaboratori scolastici incaricati nel servizio igienico personale.

Il progetto è stato concordato con i dirigenti scolastici e prevede il supporto nell’alimentazione in situazioni specifiche e interventi di cura alla persona che non rientrano tra le competenze del personale ATA, relative a casi di grave fragilità fisica.

Gli interventi specifici saranno individuati dai dirigenti scolastici che selezioneranno i casi che richiedono un’assistenza particolare. Questi potranno variare nel corso dell’anno scolastico, in base alle esigenze che si manifesteranno. Per tali ragioni è stato concordato che sarà il Comune a selezionare direttamente gli operatori con un Avviso Pubblico e questi in base alla posizione in graduatoria sceglieranno l’Istituto scolastico presso il quale svolgere le attività.

Le risorse destinate a questo progetto ammontano a 60 mila euro e saranno equamente distribuite tra i 6 Istituti Comprensivi della città. Ciascun Istituto avrà a disposizione 1 operatore.

Nell’anno scolastico appena avviato si registra un notevole incremento di alunni assistiti dal servizio Asacom comunale (Assistenza alla comunicazione). Sono 145 gli alunni con disabilità quest’anno mentre erano 93 lo scorso anno scolastico (+ 52 alunni assistiti), con un rilevante incremento del costo del servizio. “Questa amministrazione – afferma il sindaco Roberto Gambino – si è impegnata per individuare le risorse finanziarie per poter avviare questo progetto sperimentale e garantire il diritto allo studio ai nostri piccoli cittadini che incontrano maggiori difficoltà nella frequenza scolastica”.

Commenta su Facebook