Assembramenti sul lungomare, il sindaco di Gela emana i divieti dopo vertice in Prefettura

612

Dopo la riunione tecnica di coordinamento presieduta dal prefetto Cosima di Stani, il sindaco di Gela Lucio Greco ha firmato una nuova ordinanza che stabilisce l’interdizione di alcune aree in cui continuano a crearsi assembramenti di persone nonostante l’andamento galoppante del contagio nella città del Golfo. Con la nuova ordinanza sono interdette l’area di Macchitella, piazza Salandra, il lungomare Federico II, Corso Vittorio Emanuele, Corso Aldisio, via Palazzi e via Parioli. La riunione convocata dal prefetto ieri pomeriggio ha fatto seguito a quanto verificatosi nello scorso week end a Gela, dove si sono avute numerose situazioni di assembramento, riportate anche dai media locali, nonostante le norme anti contagio e la nota situazione epidemiologica in provincia e in quello stesso Comune.

Nel corso dell’incontro sono state approfondite le disposizioni normative che consentono agli Amministratori locali di poter assumere provvedimenti rigorosi per evitare assembramenti e conseguenti rischi per la salute dei cittadini.

Le chiusure saranno valide fino al 3 dicembre prossimo nei giorni di venerdì e sabato, dalle ore 17.00 fino alle ore 22, e la domenica tutto il giorno fino alle 22, momento in cui scatta il generale divieto di spostamenti previsto dall’art. 1 del D.P.C.M. del 3 novembre.

Commenta su Facebook