Assemblea sulla SCAT. CL Protagonista, “noi non ci saremo. Servono interlocutori istituzionali”

712

“Il nostro gruppo non presenzierà all’Assemblea pubblica convocata l’1 settembre dal Coordinamento dei comitati di quartiere, considerata la complessità della problematica che ha risvolti di tipo amministrativo e politico”. Così il capogruppo di Caltanissetta Protagonista, Oriana Mannella, declina all’invito dei comitati di quartiere per l’assemblea pubblica sulla problematica della Scat, facendo rilevare che un consiglio comunale straordinario sul tema Scat è stato già chiesto da un gruppo di consiglieri e che “il contributo (di consiglieri, amministrazione e lavoratori, ndr.) potrà avere valore solo nelle sedi istituzionali di cui il Consiglio comunale è componente attiva”.
“Si ritiene – scrive la capogruppo anche a nome di Toti Petrantoni – che la sede e le modalità scelte, pur condivisibili in un ottica di democrazia partecipata, in questa intricata vicenda necessitano solo di passaggi ufficiali nelle opportune sedi istituzionali”.
“Qualsiasi dibattito fatto al di fuori di contesti ufficiali può portare a strumentalizzazioni che, non avendo il conforto di atti amministrativi verificabili, possono portare a inasprire i termini di una vicenda che, per arrivare ad un soluzione, necessita di prese di posizioni sottoscritte da interlocutori accreditati”.
Il gruppo di Caltanissetta Protagonista è tra i firmatari della proposta di un Consiglio comunale Straordinario incentrato solo sulla “vicenda SCAT e trasporto pubblico”.
“Riteniamo quindi, al fine di evitare inutili sovrapposizioni e possibili strumentalizzazioni, che il nostro contributo – e soprattutto quello di coloro che in questa vicenda sono gli attori – potrà avere valore solo nelle sedi istituzionali di cui il Consiglio Comunale è componente attiva”.
Oriana Mannella

Commenta su Facebook