Assemblea dei comitati di quartiere sulla Scat. Anche il M5S si defila. “Inutile senza il sindaco”

1098

bus scat in piazza GaribaldiIl Movimento 5 Stelle non parteciperà all’incontro organizzato dai Comitati di Quartiere di giorno 1 Settembre ed avente ad oggetto la Vertenza SCAT.

Riteniamo doveroso spiegare la motivazione del diniego dell’invito.

A nostro avviso manca l’interlocutore principale, cioè il sindaco colui che ha la responsabilità di quanto sta accadendo.

I cittadini hanno tutto il diritto di sapere i fondamenti normativi e contrattuali della vicenda che possono essere forniti solo dal Sindaco o dagli uffici comunali competenti, che però non ci risulta siano stati invitati.

Così come è stato pensato l’incontro è solo una guerra fra poveri, fra i cittadini da una parte che hanno tutto il diritto di riavere un servizio pubblico essenziale quale è quello del trasporto locale ed i lavoratori della società che si occupa del servizio nella città che non percepiscono lo stipendio da ormai 14 mensilità.

Il Presidente del Coordinamento dei Quartieri non può chiedere a questi lavoratori di immedesimarsi nei cittadini che non hanno la disponibilità del BUS ma provi lui stesso ad immedesimarsi nella vita di un padre o una madre di famiglia, lavoratore della Scat o di alcune cooperative esistenti nel ns territorio, che non percepiscono lo stipendio perchè la Regione non trasferisce ai comuni o agli enti quanto dovuto.

Durante il Consiglio comunale straordinario sul trasporto pubblico locale, il Movimento 5 Stelle auspica che il sindaco dia alla cittadinanza le dovute informazioni di natura amministrativa e politica: vorremmo sapere sa vi è stato un incontro fra lo stesso e gli uffici regionali sì da sapere le motivazioni per cui non vi sono stati trasferimenti e se, a seguito della nuova finanziaria, vi è la possibilità che il comune effettui acconti nelle more dei versamenti da parte della regione.

Si parla molto di Piano regolatore generale ma l’amministrazione attiva sa che le scelte che questa farà saranno fondamentali. Piano regolatore, Piano Urbano del Traffico e della Mobilità sono l’esplicazione tecnica della volontà politica che avranno una ricaduta enorme dal punto d vista economico e sociale della ns città.

Commenta su Facebook