Asp2, mancata produttività ai dipendenti. La Fp Cgil: “Siamo delusi”

241

“Siamo sinceramente delusi. Gli impegni assunti vanno rispettati perché se non fosse così, la credibilità e la fiducia tra interlocutori per affrontare costruttivamente le sfide che ci attendono viene meno e viene compromesso l’intero sistema di relazioni sindacali”. E’ quanto afferma in una nota il segretario generale della Fp Cgil, Rosanna Moncada in riferimento alla mancata corresponsione della produttività degli anni passati per il personale dipendente dell’Asp di Caltanissetta e di altre vicende che riguardano la gestione del personale.

“Per quanto riguarda il mancato pagamento delle produttività passate – afferma – è bene ricordare che la vicenda è stata oggetto di contrattazione del comparto. La Direzione Generale aveva posto la sottoscrizione del Contratto Integrativo Aziendale e la relativa certificazione dei fondi come condizione essenziale per dare seguito ai pagamenti che sarebbero avvenuti con un preciso scadenzario mensile. Gli accordi sono stati chiari: con la busta paga di gennaio doveva essere liquidata il 50% della produttività 2018, così non è stato. Nessuna nota, alcuna informazione di chiarimento per il mancato pagamento; nulla. Noi ci siamo fidati di questa amministrazione e del programma presentato dal direttore amministrativo, relativamente alla corresponsione degli arretrati, e con noi si sono fidati i dipendenti di questa azienda che più di ogni altro meritano considerazione e rispetto. Non sappiamo le motivazioni dei ritardi e non vogliamo sentirci dire che sono gli uffici che ritardano nelle specifiche adempienze perché a noi non risulta affatto.

Quello che invece ci risulta è il silenzio da parte dell’Amministrazione alle note che da parte sindacale vengono da tempo inviate. Non vorremmo assolutamente auspicare nemmeno l’ennesimo l’intervento di nessuna forza politica affinché questa Azienda Sanitaria si degni di dare delle risposte e chiediamo che convochi subito le OO.SS. Pretendiamo come giusto che sia che i rapporti tra le parti legittimate a intervenire nel processo lavorativo siano salvaguardati e rispettati perché la FP CGIL ha a cuore la qualità del lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori di questa Azienda Sanitaria”.

Commenta su Facebook