Asp Caltanissetta, il Nursind incontra il commissario: “Stop a demansionamento infermieri, via ai pagamenti arretrati e valorizzazione del personale”

317
Stop al demansionamento degli infermieri dell’Asp di Caltanissetta attraverso il potenziamento in organico di Oss e la riqualificazione del personale ausiliario. È uno degli interventi discussi con il commissario commissario straordinario Alessandro Caltagirone che ha incontrato una delegazione del Nursind di Caltanissetta, il sindacato autonomo degli infermieri guidato dal segretario Giuseppe Provinzano.
Sul tavolo tutte le problematiche dell’Asp, dalla carenza di personale ai mancati pagamenti che l’azienda si trascina oramai da anni. Si è discusso degli ospedali di Caltanissetta e Gela e dei piccoli ospedali alla luce della recente approvazione della rete ospedaliera che vede confermati come ospedali di “zona disagiata” quelli di Niscemi, Mazzarino e Mussomeli.
Tra le criticità segnalate anche quelle relativa alla valutazione del personale, “legata pure al raggiungimento di un obiettivo, a nostro parere esclusivamente di tipo medico, quale il contenimento della spesa”. Dunque secondo il Nursind il regolamento va modificato. Chiesto poi un riconoscimento economico per gli infermieri che svolgono il ruolo di coordinatori. È stata annunciata anche la graduatoria, a breve, della “mobilità regionale ed extra-regionale” ed è stata chiesta l’attivazione della “mobilità interna”: “Pensiamo che questa sia una concreta occasione di crescita professionale e personale” ha spiegato il Nursind.
Notizie anche dei pagamenti pregressi  dal lavoro straordinario effettuato da settembre a dicembre 2018, e del saldo della produttività collettiva relativa agli anni 2015-2016-2017, per cui si attende la nomina dell’Organismo indipendente di valutazione che si insedierà intorno alla fine di febbraio 2019. Il commissario ha espresso la volontà di far sanare tutte le pendenze ancora in essere. “Il commissario – spiega il Nursind – ci ha rassicurato circa le pendenze economiche, prestazioni orarie aggiuntive, che l’Asp ha nei confronti dei dipendenti. Entro 10 giorni verrà predisposta la deliberazione in merito. Apprezziamo la disponibilità del commissario straordinario a dialogare sulle questioni importanti per i lavoratori. Abbiamo trovato un interlocutoremolto attento, che ha ascoltato con molta meticolosità le problematiche che abbiamo rappresentato, trovando anche le possibili soluzioni. Da parte nostra abbiamo espresso la massima collaborazione, nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini”.
Commenta su Facebook