Arsenale in casa, blitz dei Carabinieri a Barrafranca

1240

Arsenale in casa, arrestato dai Carabinieri di Caltanissetta un 59enne di Barrafranca. Nella notte i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Caltanissetta, al termine di complesse e articolate indagini di polizia giudiziaria, hanno arrestato in flagranza di reato, Luigi Di Dio di Barrafranca, per illecita detenzione di armi e munizioni, tra cui anche armi da guerra. Un vero arsenale, comprendente un Kalashnikov di fabbricazione russa efficiente e funzionante, corredato di caricatore e cartucce da guerra, tre pistole, tutte funzionanti ed equipaggiate di caricatori, oltre a 700 cartucce inesplose di vario calibro.

I Carabinieri hanno fatto irruzione nel suo appartamento in piena notte e hanno rinvenuto tutte le armi, tra cui una pistola con matricola abrasa e caricatore pieno già inserito che l’uomo teneva accanto a sé. Le armi, tutte provenienza estera, erano nascoste in vari punti dell’abitazione e nelle pertinenze. Impressionante il numero di colpi detenuti illegalmente, oltre alla pericolosità delle armi stesse. L’arrestato, che non ha opposto alcuna resistenza all’arresto, non ha voluto chiarire la provenienza dell’arsenale. Di Dio, difeso dall’Avvocato Franco Puzzo, è stato ristretto nel carcere di Enna.

Commenta su Facebook