Arrestato Andrea Aliotta. Si scontrò contro un muro con l'auto rubata dopo l'inseguimento

1055

Aliotta AndreaDeve scontare la pena di 3 mesi e 9 giorni di reclusione e per questo gli agenti della squadra mobile stamane all’alba lo hanno tratto in arresto nella sua abitazione e trasferito al Malaspina. Andrea Aliotta, classe 1991, incensurato prima di finire in manette per furto d’auto aggravato.

Nella notte del 26 agosto 2011 il giovane venne arrestato al termine di un inseguimento mozzafiato, per furto di auto. Erano quasi le due di notte di giovedì quando la sala operativa della polizia veniva allertata per il furto di una Fiat Uno avvenuto pochi minuti prima in via Paternò. L’auto venne immediatamente rintracciata in via Xiboli da una volante e ne nacque un ‘inseguimento.  Dopo ripetute inversioni di marcia per le vie della periferia cittadina, in via Redentore, i fuggiaschi si scontrarono contro un muro a forte velocità. Scesi dall’auto i malviventi si diedero alla fuga a piedi. Uno di loro riuscì a dileguarsi mentre l’altro, Andrea Aliotta, ventenne nisseno,venne  arrestato per furto aggravato in flagrante. Al proprietario venne  restituita l’autovettura distrutta, trasportata a casa sua da un carro attrezzi.

Oggi l’epilogo con la sentenza che è divenuta esecutiva e la detenzione in carcere per il periodo residuo che gli rimane per pareggiare i conti con la giustizia.

Commenta su Facebook