Arrestato l'aggressore della sparatoria di Viale Trieste. Filippo Virzì 58 anni. Non si trova la pistola

1447

Filippo Virzì l'aggressore a mano armataIn data odierna personale della Squadra Mobile di Caltanissetta, unitamente a personale dei Carabinieri, traeva in arresto Virzi’ Filippo nato a Caltanissetta il 4.7.1955, ivi residente (pregiudicato per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe, per furto, ricettazione; e con al tri pregiudizi per al tre truffe, falsita’ materiale, sostituzione di persona), resosi responsabile del delitto di tentato omicidio plurimo e porto e detenzione abusiva di arma da fuoco.

L’uomo è stato arrestato a Sommatino poco dopo la sparatoria.

Fabio Russo, Alfonso Riggi e Michele Giarratana, rispettivamente di 33, 35, e 38 anni. Sono questi i nomi delle persone nei confronti delle quali Filippo Virzì, questa mattina, ha sparato diversi colpi di arma da fuoco. L’uomo, 58 anni, è stato arrestato dalla Squadra Mobile della Polizia poco dopo le fasi concitate della sparatoria, nella sua abitazione. Ha riferito agli agenti di avere sparato per paura che i tre lo assalissero al termine di un litigio. Ma la sua versione non convince la Polizia che ritine invece che Virzì possa aver sparato per attingere a morte almeno uno dei tre uomini che aveva di fronte, in particolare Michele Giarratana, con precedenti risalenti all’operazione “identità” della stessa Squadra mobile. Ma proprio Giarratana alla vista delle pistola è riuscito a scappare a gambe levate in direzione di viale Trieste. Il ferito più grave, Alfonso Riggi, è stato ricoverato in ospedale. Ha perso molto sangue ma non rischia la vita ed è vigile. L’altro è stato dimesso e ha raggiunto Giarratana in Questura per essere interrogato.

Scientifica a lavoro poliziaLa Squadra mobile aveva arrestato Virzì questa mattina ma aveva chiesto agli organi di informaizone di non divulgare ancora il nome poichè non è stata ancora trovata l’arma.

Commenta su Facebook