Arrestati dai carabinieri pusher di cocaina a Niscemi. Tra i clienti anche minorenni

Nella mattina del 4 febbraio 2022, i militari della Stazione Carabinieri di Niscemi hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali nei confronti di tre soggetti niscemesi indagati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Per uno degli indagati è stata disposta la misura cautelare in carcere mentre per gli altri due quella degli arresti domiciliari.

I provvedimenti restrittivi sono stati richiesti dalla Procura della Repubblica di Gela e disposti dal GIP presso il Tribunale nell’ambito di un procedimento penale nella fase delle indagini preliminari ed hanno ad oggetto gli esiti di attività investigativa posta in essere dai militari della Stazione Carabinieri di Niscemi coordinati dalla Procura.

Le indagini sono state svolte anche con l’ausilio di strumenti tecnici di videoripresa nel periodo compreso tra il 12/02/2021 ed il 10/03/2021 ed hanno permesso di accertare che B.G., all’epoca dei fatti ristretto in regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione di Niscemi, era dedito alla cessione di numerose dosi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” a diversi assuntori, alcuni dei quali tossicodipendenti e perfino minorenni, e che il rifornimento della sostanza avveniva attraverso la collaborazione di due giovani, A.J. e P.F., alle dirette dipendenze di B.G..

Le indagini preliminari sono tuttora in corso.

Commenta su Facebook