Archiviate le primarie, non le polemiche. PD San Cataldo: “Da una parte il notabilato, dall’altra noi”

596

Ormai archiviate da più di una settimana le primarie del Partito democratico fanno ancora discutere sul territorio. In una nota Gabriele Amico, segretario PD San Cataldo, Marco Andaloro, Consigliere Comunale e Lucrezia Saporito, segretaria GD San Cataldo, spiegano i motivi del sostegno alla mozione Orlando.

“La vittoria di Matteo Renzi a livello nazionale è stata netta, come a livello regionale. La provincia di Caltanissetta è stata l’unica provincia Siciliana in cui Renzi non ha vinto e a vincere le primarie è stato Andrea Orlando che a San Cataldo ha doppiato il Segretario Renzi – spiegano -. Un risultato che potrebbe sorprendere, considerato che pochissimi giorni prima l’attestazione di Renzi nella convenzione locale era stata netta e la maggior parte degli iscritti aveva ritenuto di dare ancora fiducia a Renzi. Speravamo che la “lezione” subita il 4 dicembre potesse dare uno scossone decisivo, un cambiamento vero, e queste primarie erano un’occasione importante, alla vigilia delle elezioni regionali. E invece, dopo l’ennesima fiducia a Matteo Renzi, fino all’ultimo sperando di ottenere una lista a sostegno della sua candidatura forte, nuova, giovane, ritroviamo capolista, la On. Cardinale, la figlia del fondatore di Sicilia Futura, partito che nelle scorse amministrative ha candidato quasi ovunque Sindaci contro il Partito Democratico. Dall’altra parte, nella lista di Orlando, invece, candidato vi era Renzo Bufalino, vice sindaco di Montedoro, un giovane e validissimo dirigente del Partito Democratico. Insomma, la scelta era troppo facile: da una parte il notabilato del partito, dall’altra uno di noi”.

“Abbiamo deciso – affermano Amico, Andaloro e Saporito – che la scelta giusta da fare era quella di sostenere Andrea Orlando. Un voto di protesta, una scelta ragionata e convinta. Renzi è il nostro Segretario ma neanche a lui (o chi per lui nei territori) consentiremo di scavalcare il popolo del Partito Democratico”.

Commenta su Facebook