Antonino Edge, il ricordo del Preside, gli aneddoti, la cultura. Foto e interviste dell'intitolazione al "Settimo".

1577

Fiorella Edge con la famigliaDi Pasquale Trobia – Nella gremita Aula Magna del Liceo Classico di Caltanissetta, si è svolta ieri, martedì 11 giugno, una conferenza in memoria del Preside Antonino Edge al quale è stata intitolata la ricca e modernissima “Aula Multimediale”.

Numerosi docenti di ieri e di oggi, si sono alternati al microfono per rendere omaggio ad un uomo che seppe coniugare un’intelligenza superiore ad un livello culturale difficilmente eguagliabile. Ironia e modestia, proprie di tutti i grandi uomini, caratterizzavano la sua vita. Anche nelle piccole cose di tutti i giorni – come racconta la figlia Fiorella nella lunga intervista rilasciata in esclusiva a Radio CL1, emergeva la sua natura di uomo semplice. Tanto semplice quanto colto, ha affermato la prof.ssa Carelli Scarlata nel suo toccante ricordo. “Le sue circolari erano poesie” perché anche da esse, c’era sempre qualcosa da apprendere. Particolarmente seguito l’intervento del prof. Salvatore La Mendola il quale, con molta arguzia, ha saputo mettere in risalto, assieme alla enorme cultura ed all’indiscussa umanità, anche l’ironia che spesso accompagnava la vita del Preside Edge.

“Come uomo politico” – ricorda il prof. La Mendola – “fu poco loquace diversamente che a scuola. Difficilmente interveniva nel dibattito comunale da Consigliere, fiero della sua superiorità intellettuale. Quando lo faceva, alla sua maniera, rischiava magari la denuncia per qualche chicca sottile ed ironica contro qualche avversario, definito idiota, imbecille o deficiente. Ma sapeva subito rimediare, ricorrendo all’etimologia della parola incriminata, per cui idiota è il privato che si curaIlaria Mastrosimone  Rosanna Patti - Liliana Lombardo SCalia solo del suo particolare; imbecille è colui che non ha baculum o bastone perché lo ha dimenticato a casa; deficiente colui che manca di qualcosa”. “Chi non manca di qualcosa?”, soleva dire.

Commossi, non soltanto i familiari – e soprattutto la figlia Fiorella che dal padre ha ereditato intelligenza, semplicità ed ironia – ma anche coloro che ebbero la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo. L’intitolazione al compianto Preside dell’aula di informatica è un riconoscimento all’uomo ed al “Maestro di vita”. Un riconoscimento che, forse, poteva arrivare prima ma l’importante è – come sottolinea la figlia Fiorella – che sia arrivato. Ed è giusto così.

Ascolta le interviste a Fiorella Edge e alla Preside Maria Luisa Sedita

L’intitolazione dell’aula multimediale al Preside Edge è stata deliberata dal consiglio d’istituto del Liceo Classico lo scorso anno, quando era preside Marisa Sedita ed è stata promossa oggi dall’associazione AEDE, presieduta dalla professoressa Liliana Lombardo Scalia insieme con il dirigente scolastico del Ruggero Settimo, Vito Parisi. L’AEDE, associaizone europea degli insegnanti di Caltanissetta, ha anche conferito due borse di studio ad altrettante studentesse meritevoli, Ilaria Mastrosimone e Rosanna Patti.

Foto e interviste di P.Trobia.

Commenta su Facebook