Anticipa mille euro per un ciclomotore ma non gli viene mai consegnato: truffa ad un pensionato nisseno

796

Acquista un ciclomotore pubblicizzato in TV, anticipa mille euro, ma la fantomatica ditta venditrice in realtà produce sanitari e piastrelle. Ennesima truffa a un pensionato nisseno. Nei giorni scorsi, un pensionato nisseno, dopo aver visto in TV uno spot che pubblicizzava un ciclomotore elettrico, interessato dal tipo di mezzo e dal prezzo vantaggioso dello stesso, ha contattato il numero telefonico della società che lo produce e commercializza. Dopo qualche giorno l’uomo è stato contattato da un dipendente della ditta concordando una visita presso la propria abitazione da parte di un rivenditore. Il giorno della visita ha ricevuto dal rivenditore tutti i dettagli sul ciclomotore, stipulando il contratto di compravendita e anticipando la somma di mille euro pattuiti. Entro una settimana avrebbe ricevuto il mezzo direttamente a casa. Dopo più di un mese, non ricevendo più alcuna notizia da parte della ditta, ha provato a mettersi più volte in contatto con la stessa senza riuscirvi. Da una ricerca eseguita online ha fatto l’amara scoperta. La ditta che avrebbe dovuto commercializzare il ciclomotore, in realtà, produce e commercializza sanitari e piastrelle. All’uomo, evidentemente vittima di una truffa, non è rimasto che denunciare l’accaduto.

Commenta su Facebook