Antenna S.Anna, CL Protagonista: “All’incontro con Rai propiziato dal presidente dell’Ars il Comune vada con un progetto”

75

“La recente sentenza del Tar ristabilisce in capo a chi sono titolarita’ e quindi responsabilita’ dell’Antenna Rai di contrada Sant’Anna. Ma contestualmente adesso si mette a nudo il ruolo dell’Amministrazione Comunale che non puo’ dirsi “parte terza” come ha sempre dichiarato il Sindaco. Ora non piu'”. Lo affermano i consiglieri comunali di Caltanissetta Protagonista suggerendo all’amministrazione di “presentarsi con un progetto” all’incontro che a fine maggio si terrà con il direttore generale della Rai.

“Possiamo far finta di nulla sulle decisioni relative all’iter amministrativo che hanno portato alle ordinanze di sgombro “per salvaguardare la sicurezza dei cittadini”, consequenziali a procedure che andavano stoppate all’origine senza indugi, ma non possiamo adesso attendere neanche un minuto nel sapere quali siano le reali intenzioni di Gambino”.

“Grazie a Caltanissetta Protagonista e all’onorevole Michele Mancuso che hanno sollecitato ad intervenire in merito il Presidente dell’Ars Gianfranco Micciche’ – prosegue la nota – ricordiamo che a fine maggio ci sara’ un incontro al cospetto del direttore generale della Rai in cui tutte le parti interessate parteciperanno e dovranno proporre una soluzione. A quel tavolo il Comune dovrà’ presentarsi con un progetto che, se da un lato sarà doveroso garantire la sicurezza degli abitanti della zona (a questo punto a carico dei proprietari), dall’altro dovra’ indicare come valorizzare questo patrimonio identitario inestimabile. E non ci aspettiamo certo due paginette insignificanti di fronte a istituzioni che per essere coinvolte si aspettano uno studio di fattibilita’ non solo ambizioso ma anche supportato da un’analisi economica seria e sostenibile”.

“Il rischio della figura dei provinciali, se non dei perecottari, e’ dietro l’angolo. I tempi sono stretti, la reattivita’ di questa Amministrazione e’ tutta da verificare, ci sono le condizioni politiche per coinvolgere piu’ soggetti con in testa la Regione che di fronte ad un progetto serio potrebbe avere un importante ruolo e non solo di garanzia o semplice patrocinio”, affermano i consiglieri del gruppo d’opposizione.

“La verita’ – conclude la nota – e’ che oggi non abbiamo nulla in mano e forse neanche idee. Caltanissetta Protagonista pensa in grande e da questa vicenda ritiene che siano nati i prodromi di un’opera che vada ben oltre un museo delle comunicazioni che interesserebbe solo qualche scolaresca. Abbiamo meno di un mese per redigere un progetto preliminare serio e concreto. Pensino gli assessori ai buoni pasto da distribuire, Gambino cominci a dedicarsi ai progetti di sviluppo di una Citta’ ormai in ginocchio”.

Commenta su Facebook