Antenna Rai, Samonà incontra le associazioni. Rimettere al centro la politica per tutelare il bene e tutti gli interessi in campo

154

Stamane a Palermo, presso la sede dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e Ambientali, organizzato dall’Onorevole Alessandro Pagano, che nei giorni passati aveva formulato un’interrogazione parlamentare sul tema dell’antenna Rai di Caltanissetta, si è svolto un incontro istituzionale, alla presenza dell’Assessore ai Beni Culturali Alberto Samona’, del Dirigente Generale del Dipartimento, Ing. Sergio Alessandro, del Consigliere Segretario dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. di Caltanissetta Architetto Andrea Milazzo, del portavoce del comitato antenna, Avvocato Renato Mancuso, del Presidente di Legambiente Caltanissetta, Dottor Ivo Cigna, del Presidente del WWF Sicilia centrale, Dottor Ennio Bonfanti.

Oggetto dell’incontro è stato la richiesta di ripristino di un tavolo di interlocuzione politica sull’importantissimo tema della salvaguardia e valorizzazione dell’area dell’antenna Rai e del suo parco naturalistico, che a causa di un contenzioso innescatosi presso il Tar Palermo, rischia di derivare verso il depauperamento del bene, svilendo l’obiettivo di farne diventare elemento motore in un’ipotesi integrata dello sviluppo del territorio della città di Caltanissetta.

I soggetti presenti, hanno convenuto che tutti gli interessi sono meritevoli di tutela. Deve essere tutelata la sicurezza e tranquillità dei residenti attraverso una valutazione oggettiva ed imparziale delle condizioni dei manufatti. Sono anche meritevoli di tutela gli interessi aziendali di Rai Way. Si è pertanto convenuto che la soluzione della vicenda potrà conseguirsi rimettendo in mano alla Politica la regia di un’operazione finalizzata all’acquisizione e valorizzazione del bene da parte degli Enti istituzionalmente preposti, percorso invero iniziato nel 2013 e non più concluso.

Gli intervenuti hanno reputato l’incontro produttivo, in quanto l’Assessore e il Dirigente hanno dimostrato sensibilità, interesse e concretezza.

Si è espresso nel contesto apprezzamento per il lavoro svolto dall’architetto Gattuso, nella qualità di responsabile del procedimento della Soprintendenza di Caltanissetta, il quale con i mezzi a disposizione, ha esitato, ad oggi, la salvaguardia del manufatto da ipotesi ablative.

L’incontro, durato oltre un’ora, è terminato, con l’auspicio di prossime azioni dell’Assessorato nella direzione auspicata.

L’ordine degli Architetti, ha reiterato la propria offerta di collaborazione istituzionale, per affrontare con i propri strumenti tecnici, il tema di individuare gli strumenti di tutela e valorizzazione, garantendo le migliori risorse tecniche per la qualità progettuale.

Commenta su Facebook