Andrea Giunta ha amato e vissuto Caltanissetta. Il ricordo nelle parole di un amico

1733

Gent.ma redazione

Scrivo queste poche righe spinto dall’esigenza di ricordare l’amico Andrea Giunta prematuramente scomparso nei giorni scorsi in un drammatico incidente stradale mentre, insieme all’adorato figliolo Michele (anche lui deceduto), si accingeva a superare il casello  autostradale di Cotignola.

Nell’articolo da Voi riportato si legge che Andrea era “”originario”” di Caltanissetta. In realtà Andrea ha amato e vissuto Caltanissetta (lo si capisce anche dal nome dato al figlio) fino a quando a 18 anni, come molti di noi, ha scelto di andare via per andare a lavorare in una citta del nord.

Ma lui, come dicevo, Caltanissetta l’ha vissuta. Giocava nella nissa beretti (insieme ad angelo Monreale, al compianto Marco Tomaselli, Danilo Cammarata etc.) era un amico che potevi sempre incontrare nel mitico “viale della regione”.

Ho visto una sua recente foto, non è l’Andrea che io ho conosciuto, gli anni passano e ci trasformano. Ma io, come molti che lo hanno conosciuto, lo ricorderò sempre per la sua simpatia, la sua camminata dinoccolata e i suoi lunghissimi capelli biondi.

Ciao Andrea…..

Calogero (Lillo) Bellante.

Bologna, 20 agosto 2015

Commenta su Facebook