Andrea Bartoli si chiama fuori. Per la corsa alla Presidenza aumentano le quotazioni di Giancarlo Cancelleri

1535

Al rientro dalle ferie, a partire da settembre in Sicilia partiranno le grandi manovre verso la campagna elettorale per le elezioni regionali dell’ottobre 2017. E tra i partiti, le cui mosse sono maggiormente sotto osservazione, c’è sicuramente il Movimento 5 Stelle che proprio nelle consultazioni del 2012 ottenne la prima netta affermazione in un voto dalla valenza politica in una grande regione.

A stretto giro si votò per le Politiche e il Movimento 5 Stelle bissò il successo siciliano. Allora come oggi, candidato alla presidenza della regione potrebbe esserci il deputato nisseno Giancarlo Cancelleri che nel 2012 superò le cinquemila preferenze in provincia di Caltanissetta.

La candidatura del leader fino ad oggi indiscusso del M5S dell’Isola, che dovrà comunque passare dalla consueta votazione on line degli iscritti, secondo indiscrezioni di stampa sarebbe stata contesa dal notaio di Favara, Andrea Bartoli, fondatore del Farm Cultural Park e amico personale tanto di Cancelleri quanto di Beppe Grillo. Un’idea paventata da qualcuno dentro il M5s o una manovra per stanare eventuali concorrenti e saggiare il campo, sta di fatto che questa ipotesi viene oggi smentita dallo stesso Bartoli dalle colonne de “La Sicilia”. “Non mi è mai passato per la mente di poter fare il presidente della Regione”, afferma. Dichiarazione che rilancia, se ce ne fosse bisogno, le quotazioni di Cancelleri.

In assenza di un Papa straniero (Bartoli sebbene iscritto al M5S non ha mai connotato la sua attività come militante) difficilmente tra la platea di iscritti, militanti e la deputazione attualmente in carica, Giancarlo Cancelleri troverà contendenti per la candidatura alla presidenza della Regione.

Bartoli dal canto suo assicura che il suo impegno pubblico prosegue con il Farm Cultural Park, progetto di rigenerazione urbana nel centro storico di Favara, città governata da qualche mese dal Movimento 5 stelle con il neo sindaco Anna Alba.

Commenta su Facebook