Ancora video poker “mangiasoldi”. La Squadra Mobile ne sequestra uno in un bar di via De Roberto

783

Video poker truccatiNella serata di ieri 6 Luglio 2012 , personale della locale Squadra Mobile, – Sezione Polizia dei Giochi e delle Scommesse, ha sequestrato una “slot machines” alterata nei software e non collegata in alcun modo alla rete telematica dell’AAMS o di altri dispositivi analoghi, presso un bar di via Federico De Roberto, gestito da Giuseppe S., di 42 anni. Nel Bar c’era installato un apparecchio apparentemente da gioco, in realtà adibito a gioco d’azzardo, completamente scollegato dalla rete dei Monopoli. Peraltro il titolare del Bar non aveva mai chiesto alcuna autorizzazione per installare video poker nella sua attività.

Il personale specializzato operante, dalla verifica della slot, accertava che la schede di gioco si presentava non conformi e non omologata e l’apparecchio risultava essere esternamente del tipo multi video gioco, ma mediante sollecitazione manuale prima del tasto di colore bianco e, successivamente, quello di colore giallo, si trasformava in gioco a rulli virtuale tipo “slot machines” somiglianti a quelli previsti dall’art. 110 – comma 6 del T.U.L.P.S, significando che il gestore risultava essere sprovvisto della licenza di PS nonché della relativa tabella dei giochi proibiti, in quanto mai richiesta alla Questura di Caltanissetta. La slot machines così come la somma di denaro rinvenuta all’interno della cassettiera, veniva posta sotto sequestro ai sensi dell’art.354 del C.P. Sia il titolare del Bar che il noleggiatore, Dario F. , fatto intervenire sul posto, sono stati deferiti all’A.G.

Commenta su Facebook