Ancora giallo sulla sparatoria in centro storico. Dalla polizia scientifica una traccia per comprendere la dinamica

1100

Proseguono in modo serrato le indagini della squadra mobile e delle volanti della polizia di Stato per venire a capo della dinamica e soprattutto chi è stato a vario titolo coinvolto nella sparatoria di martedì sera in centro storico a Caltanissetta.

Nove colpi di pistola sparati forse durante un inseguimento, tra le vie Pampillonia e Aiello nel quartiere Santa Lucia. Alcuni colpi esplosi ad altezza d’uomo. Non solo il proiettile che si è schiantato contro un’auto parcheggiata davanti la biblioteca Scarabelli, ma anche altri sarebbero stati sparati ad altezza d’uomo.

Uno ha forato il muro di cinta di un condominio. E’ per questo che tra i residenti ed i commercianti c’è grande preoccupazione. In quelle strade giocano solitamente numerosi bambini il pomeriggio. Strade che purtroppo non sarebbero coperte da telecamere di videosorveglianza. La polizia ha infatti acquisito le immagini della videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali della zona, tra corso Umberto e Santa Lucia. Impossibile, invece, avere immagini delle due strade dove si sono svolti i fatti. Lì non ci sono telecamere. E così la ricerca del responsabile diventa un rompicapo. La polizia scientifica, intanto, sta ultimando la perizia sui rilievi effettuati. Dalla relazione si potrà comprendere almeno la dinamica.

Foto Archivio –

Commenta su Facebook