Ambulanti "illegali". Il consigliere Margherita attacca il comandante della municipale.

772

Vito MargheritaUn’interrogazione al sindaco Michele Campisi, sulla presenza di venditori ambulanti definiti “illegali” è stata presentata dal consigliere comunale Vito Margherita, che accusa il comandante della Polizia Municipale di non aver dato seguito da una denuncia di un cittadino e alla segnalazione dello stesso consigliere.

“Nella quasi totalità delle città italiane, grandi e piccole, si sta diffondendo a macchia d’olio il fenomeno del commercio ambulante autorizzato e non autorizzato”, afferma Margherita che in premessa spiega come “il commercio itinerante è disciplinato da un apposito regolamento. Il commercio itinerante autorizzato deve rispettare le norme inserite nell’apposito regolamento.

Il non rispetto delle leggi da parte dei commercianti itineranti penalizza il commercio tradizionale .

Tra i compiti svolti dalla Polizia Municipale vi sono quelli riguardanti il settore del commercio svolto su aree pubbliche”.

Margherita ribadisce nell’interrogazione che “alle istituzioni è affidato il compito di far rispettare le leggi e di sopprimere ogni forma di illegalità”.

“In data 30/3/2013 è apparso in un noto quotidiano locale un articolo dal titolo: chioschi e venditori ambulanti abusivi nel mirino della polizia municipale. Nell’articolo sopra citato – prosegue Margherita – il comandante della polizia municipale di Caltanissetta Dott. Coppolino dichiarava tolleranza zero per gli ambulanti che non rispettano le regole”.

Sempre nello stesso articolo il comandante dichiarava: «Dalla prossima settimana toccherà alle baracche e ai venditori cosiddetti itineranti ai quali è concesso sostare solo qualche ora in uno stesso posto>>. Gli ambulanti, in regola devono spostarsi a cadenza oraria dal posto in cui sostano e ad una distanza regolamentata.

“Da quanto mi risulta – afferma Margherita – è stata inoltrata la richiesta di una verifica nella zona industriale di San.Cataldo scalo da parte di un commerciante. Il sottoscritto ha più volte richiesto l’intervento della Polizia Municipale e nello specifico al Comandante Coppolino di verificare la zona sopra citata. Da quanto mi risulta, la situazione è rimasta nelle medesime condizioni e che quindi non sono state prese le giuste misure nei confronti di chi non rispetta la legge”.

Margherita, nell’interrogazione, chiede dunque “se l’amministrazione sia al corrente della situazione descritta. Quali azioni l’Amministrazione attraverso il comando di Polizia Municipale ha posto in atto per stroncare questo fenomeno. Di conoscere quali e quanti procedimenti sono stati effettuati a carico di persone che svolgono attività non autorizzata. Di sapere se è intenzione dell’Amministrazione istituire un Pronto intervento telefonico al fine di intercettare/segnalare alla sala operativa, eventuali “abusi commerciali” e azioni di reato nel territorio. Di sapere quale attività ha svolto il comando della Polizia Municipale per verificare che i commercianti ambulanti autorizzati rispettino le norme dell’apposito regolamento”.

Commenta su Facebook