Allevatore di Mussomeli incappa nei controlli su specie protette ma i carabinieri scoprono una mini coltivazione di marijuana

90

Martedì pomeriggio a Mussomeli i carabinieri del Centro anticrimine natura di Palermo – Nucleo Cites – congiuntamente ai militari della locale Stazione, hanno arrestato un 45enne mussomelese per il reato di coltivazione di sostanza stupefacente (art. 73 comma 1 D.P.R. 309/90). In particolare i militari, nell’ambito dell’attività volta al contrasto dei reati in danno della fauna selvatica appartenente a specie protette, scoprivano che l’uomo, dedito all’allevamento dei rapaci, si occupava anche di coltivare marijuana.

Nel corso di perquisizione domiciliare sono state rinvenute due piante all’interno di vasi e all’interno di un fondo agricolo in contrada Cangioli, una coltivazione di marijuana, costituita da ulteriori diciotto piante tra i 120 ed i 220 centimetri d’altezza.

L’uomo è stato inizialmente posto ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria. Dopo la convalida dell’arresto il giudice ha deciso l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Commenta su Facebook