Alla Scarabelli successo per la XIII edizione della Mostra dei Presepi

322

Nei giorni scorsi, si è chiusa in bellezza la 13esima edizione della Mostra dei Presepi a Caltanissetta. Dall’8 dicembre al 6 gennaio ad opera dell’“Associazione Presepisti Nisseni” si è svolta la 13esima mostra/presepe ospitata nell’incantevole cornice della biblioteca Luciano Scarabelli, rivolta non solo alle scuole ma anche ai privati cittadini. La manifestazione, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 12,30 e dalle ore 16 alle 21, ha riscosso grande successo, sia di pubblico (circa 20.000 visitatori) e, sia di affermati presepisti e giovani alle prime esperienze (26 in tutto) che hanno offerto le loro capacità artistiche nella realizzazione del Presepe; momento esaltante del Santo Natale, che è sempre portatore di gioia, pace e serenità nelle famiglie. Hanno aderito parecchie scuole di Caltanissetta. “Oltre ad essere stata la festa del presepe, di questo piccolo capolavoro che incanta piccoli e grandi – spiega Carlo Sorbetto – e che resiste ancora in un’epoca in cui sembra che ciò che appartiene al passato debba essere rinnegato, essa è stata anche la festa della fantasia e della creatività, dell’ingegno e dell’inventiva, la dimostrazione della possibilità di utilizzazione e ri-utilizzazione dei più diversi materiali. Facendo un’operazione di astrazione mentale, visitando la mostra abbiamo avuto la dimostrazione che non tutto è come appare e spesso una cosa può assumere sembianze diverse: un ramo può diventare un costone con tante casupole appollaiate con al centro la grotta di Gesù, una lampada la location di un presepe fatto di ombre, chicchi di pasta i personaggi di un “buonissimo” presepe, fogli di cartone, che normalmente butteremmo, un presepe con una prospettiva originalissima.Tra abiti d’epoca, antichi mestieri e fedeli ricostruzioni si sono potute gustare le prelibatezze tipiche del nisseno preparate da professionisti. Pane e panelle, buccellato, pizza, panettone, tarallo e altre leccornie. Auspichiamo che questo evento diventi, nonostante i problemi organizzativi che non mancano e che vengono affrontati con coraggio e determinazione dai soci dell’Associazione Presepisti Nisseni, diretta dal Presidente Marco Archetti una “tradizione” per Caltanissetta. Perché il presepe ci appartiene e ci ricorda la bellezza della semplicità e delle piccole cose e, soprattutto, l’incanto dell’amore filiale e della famiglia”.

Commenta su Facebook