Alla galleria “Marianopoli” simulato un incidente ferroviario con ferito. Le foto

878

La Prefettura di Caltanissetta rende noto che domenica 15 aprile ha avuto luogo la preannunciata esercitazione alla galleria ferroviaria “Marianopoli” posta lungo la linea Caltanissetta Xirbi-Roccapalumba.

Alla stessa hanno partecipato, oltre al personale interno di Rete Ferroviaria Italiana, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il SUES 118, le Forze dell’Ordine, il Dipartimento di Protezione Civile della Regione Siciliana, il Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta, i Comuni di Caltanissetta e Marianopoli, l’ARPA Sicilia e la Croce Rossa Italiana.

Come definito nel corso della programmazione dell’esercitazione, è stato simulato uno degli scenari incidentali previsti nel “Piano di Emergenza e Soccorso”, e, in particolare, il deragliamento di un treno con ferito a bordo all’interno della citata Galleria Marianopoli.

L’esercitazione, classificata di “livello b”, attraverso l’operatività in campo delle risorse umane e strumentali dei soccorritori e delle relative sale operative, senza il coinvolgimento della popolazione, ha testato l’efficacia del modello operativo di intervento per la gestione delle emergenze.

Nell’occasione è stato convocato il Centro Coordinamento Soccorsi presso la Sala Operativa di Protezione Civile, presieduto dal Prefetto, per la direzione unitaria dei soccorsi ed il coordinamento degli interventi, in senso al quale si è proceduto allo scambio delle previste comunicazioni di emergenza sia per iscritto che telefoniche.

L’esercitazione ha fornito un quadro positivo di rispondenza della complessiva funzionalità della pianificazione di sicurezza, sia di quella elaborata da RFI nel Piano di Emergenza e Soccorso Interno, che di quella definita da questa Prefettura nel Piano di Emergenza Esterna.

Conclusivamente, comunque, gli esiti dell’odierna esercitazione costituiranno oggetto di approfondimento e riflessione congiunta in apposita seduta di debriefing, anche allo scopo di introdurre le necessarie, eventuali integrazioni volte al miglioramento del complessivo dispositivo dei soccorsi.

 

Commenta su Facebook