Alberi e tegole sradicati dal vento a Santa Caterina. Il sindaco: “Restate in casa”

4677

Situazione critica a Santa Caterina Villarmosa in provincia di Caltanissetta dove si sono abbattuti forti venti di burrasca causando danni e pericoli per i residenti.

Non si può escludere che sia passata una vera e propria tromba d’aria. Il vento ha sradicato cartelloni pubblicitari, tegole dai tetti, calcinacci e intonaci dai palazzi. La furia delle raffiche ha anche abbattuto un grande pino che è finito su una casa in via Aldisio (strada di competenza Anas, ndr.) e sollevato diversi coperchi di serbatoi idrici posti sui tetti.

Proprio la via Aldisio e la via Crispi sembrano al momento le vie più colpite ma è ancora presto per fare un bilancio. A seguire da vicino la situazione è il sindaco, Antonio Fiaccato, insieme al vicesindaco, Agatino Macaluso e agli assessori Giuseppe Natale e Fabrizio Stella che lo affiancano in sopralluoghi e perlustrazioni. Il primo cittadino ha emanato una serie di avvisi con cui invita la popolazione a non uscire da casa per nessun motivo, né a piedi né in auto.

“La situazione è critica – spiega il sindaco di Santa Caterina – perchè non sappiamo quante case possono avere avuto danni. Ci sono tegole a terra e intonaci caduti. Un albero si è abbattuto su una casa per fortuna disabitata. Un grande pino di 60 anni d’età che comunque rappresenta un rischio se finisce per strada. Per fortuna al momento non abbiamo notizie di feriti”. Intorno alle 21,30 una prima squadra dei vigili del fuoco è arrivata a Santa Caterina.

“Siamo in allerta e questo tipo di eventi ci mostra tutta la fragilità con cui siamo costretti ad agire. Noi sindaci siamo soli – sottolinea Fiaccato -. Noi tuttavia ci siamo messi in strada, insieme al vicesindaco e agli assessori”. Il riferimento del primo cittadino è agli strumenti di protezione civile che i piccoli Comuni possono attivare con difficoltà.

Forti venti si sono registrati nel Nisseno e anche nel capoluogo Caltanissetta.

Commenta su Facebook