Al Teatro Margherita meritato successo della compagnia Medea, con la commedia “Onorata famiglia Belfiore”.

1860

Lodevole iniziativa, quella che ha portato alla messa in scena, sabato 3 ottobre,  al Teatro Margherita, della commedia comica  “Onorata Famiglia Belfiore” scritta e diretta da Ivan Angelo Giumento e brillantemente rappresentata da un gruppo di attori di San Cataldo  appartenenti alla Compagnia Teatrale Medea.

La locandina dello spettacolo
La locandina dello spettacolo

Lo spettacolo, nato per beneficenza a favore dei bambini, è stato portato in scena a titolo gratuito dalla Compagnia Sancataldese, così come a titolo gratuito è stato concesso l’uso del teatro Margherita. Da sottolineare anche la disponibilità dei dipendenti del Teatro che, nelle ore di straordinario, hanno prestato gratuitamente la loro opera.

Organizzatori dello spettacolo Agata Scangarello coordinatrice dell’associazione Sant’Agata e tutta la comunità della Parrocchia di Sant’Agata, retta da Padre Sergio Kalizak.

Padre Sergio Kalizak e Agata Scangarello dell'Associazione S. Agata (4)
Padre Sergio Kalizak e Agata Scangarello

“Questa serata – ci dice Agata Scangarello coordinatrice dell’Associazione –  è stata pensata da noi e dalla compagnia teatrale Medea, durante un incontro casuale. Noi abbiamo esposto i problemi della nostra Associazione e loro, sposando questa causa, si sono dichiarati disposti a rappresentare gratuitamente questa commedia e devolvere il ricavato in beneficenza”.

“È stata una corsa alla solidarietà – aggiunge Agata Scangarello – in cui chi vince veramente è il bambino. Noi lavoriamo in collaborazione con le altre reti di solidarietà, Croce Rossa, AllattAmore, Caritas Diocesana e soprattutto con le parrocchie del centro storico. Monitoriamo i bisogni di ciascuna famiglia che viene segnalata e ci occupiamo dei bambini di quella famiglia per le esigenze più svariate che possono essere rappresentate da alimenti oppure libri, farmaci, parafarmaci e tutto quello di cui il bambino potrebbe necessitare”.

Intervista a Padre Sergio Kalizak Parroco di S.Agata

Tutto esaurito, sold out come si dice nel gergo teatrale, per uno spettacolo originale, divertente e recitato benissimo dagli attori della Compagnia Medea. Sono stati tutti veramente bravi a cominciare da Francesco Capizzi nel ruolo del “capofamiglia” – ora ne parleremo – a finire ai tre ragazzini, Bruna, Giacomo e Sofia che facevano gli “informatori”.

Gli attori bravissimi e affiatati
Gli attori bravissimi e affiatati

La commedia parla di una famiglia, la “Onorata famiglia Belfiore” appunto, il cui capofamiglia, Don Cosimo Belfiore, è titolare di una Agenzia di pompe funebri. Vi si raccontano le vicende dei suoi due figli completamente diversi tra loro. Uno, con la testa tra le nuvole, si considera artista mentre l’altro studia in Seminario con l’obiettivo di diventare prete. Gustose situazioni vengono a crearsi, anche in virtù dell’elemento “pompe funebri”, perché mentre il primo non riesce, come vorrebbe,  a conquistare le ragazze l’altro, il seminarista, proprio per il suo stato non cerca ragazze. Alla fine, però, saranno le sorprese a farla da padrone. Dobbiamo anche dire che il simpatico accento sancataldese degli interpreti, conferisce alla commedia una ulteriore nota di comicità.

Intervista a Ivan Giumento, autore e regista della commedia

È stato Padre Sergio Kalizak a dare il via allo spettacolo e anche a concluderlo invitando tutti ad alzarsi per recitare una preghiera. Ben vengano queste iniziative se sono finalizzate ad alleviare il disagio, se così vogliamo chiamarlo, di una buona parte della cittadinanza.

Nota della Redazione:

a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              

Cliccare sulle foto per ingrandirle e salvarle

Commenta su Facebook