Al teatro Margherita l’associazione Casa Rosetta celebra la Giornata Internazionale della Disabilità con uno spettacolo

243

Lunedì 3 Dicembre 2018, in occasione della Giornata Internazionale della Disabilità, “Villa San Giuseppe”, il Centro di Riabilitazione neuropsicomotoria con sede a Caltanissetta, una delle realtà che compone l’Associazione “Casa Famiglia Rosetta”, nata negli anni ‘80 e portata avanti da circa quarant’anni sotto la sapiente direzione di don Vincenzo Sorce, celebra al Teatro “Regina Margherita” di Caltanissetta la Giornata Internazionale della Disabilità. Un evento che vedrà al centro diverse espressioni artistiche, ballo, canto e recitazione e che vedrà via via sfilare sul palco del Teatro di Caltanissetta gli ospiti e gli operatori che, nel corso di tutti questi anni sono stati e sono i protagonisti dell’impegno sociale che contraddistingue l’Associazione, un vortice che accoglie il disagio nelle sue svariate forme: tossicodipendenza, alcoolismo, minori a rischio, disabilità, ludopatia ecc.

Le scuole superiori della nostra città, protagoniste assolute nei progetti di confronto ed integrazione con la realtà di “Villa San Giuseppe”, anche per questo intero anno scolastico aderiscono al progetto che, per il 2018/2019, ha per titolo “La differenza tra me e te”, parafrasi di un famoso brano musicale del cantautore Tiziano Ferro, viaggio alla scoperta dell’unicità connaturata ad ogni essere umano. Sono partner del progetto: l’Istituto Professionale “Galileo Galilei”, l’Istituto Tecnico-commerciale “M. Rapisardi”, l’Istituto Tecnico Industriale “S. Mottura”, il Liceo Classico “R. Settimo”, il Liceo Linguistico paritario “S. Mignosi”, i quali tutti integreranno il partèrre dello spettacolo, costituito da tutti gli altri Istituti Scolastici della nostra città e da tutti coloro i quali vorranno allietare il proprio spirito e nutrire la propria mente.

Ospite d’onore l’Orchestra Filarmonica “Demetra” di Favara (AG), diretta dal Maestro Antonio Cusumano. La maggior parte dei musicisti che compongono l’Orchestra, formata da circa cinquanta elementi, sono professori di strumento musicale con un ricco curriculum artistico, riuniti solo per uno scopo: creare una realtà musicale, divulgando musica colta e di ampio spessore artistico-musicale e rappresentando un focolare continuo di ampio rilievo artistico, culturale e sociale

Durante l’evento sarà in programma, inoltre, un momento d’insieme per festeggiare il compleanno di don Vincenzo Sorce che giorno 28 novembre ha compiuto gli anni.

Commenta su Facebook