Al teatro Margherita di Caltanissetta di scena “La donna scheletro”

345

«In tempi duri dobbiamo avere sogni duri, sogni reali, quelli che, se ci daremo da fare, si avvereranno» (Clarissa Pinkola Estés).
Trasportato dai venti di Levante la stagione In Altro Mare organizzata dal Comune di Caltanissetta e firmata da Aldo Rapè porta il pubblico del Teatro Regina Margherita fino a un nuovo approdo, quello dell’Isola Centro, la sessione dedicata alle realtà artistiche di Caltanissetta che da sempre sperimentano e dialogano con il territorio. Primo appuntamento di questo “approdo” giovedì 17 gennaio alle ore 20.30 è lo spettacolo di teatro danza, nato in residenza, “La donna scheletro” della compagnia Ccu i Pedi di Fora.

Tratto dal saggio “Donne che corrono coi lupi” dell’analista junghiana Clarissa Pinkola Estès, lo spettacolo di e con Michele Albano e con i performer Josephine Giadone (che firma coreografie e regia), Fara Romano e Bruno Sari, si avvale delle musiche originali di Patrizia Capizzi. Il saggio di formazione, in cui mito e favola assumono il ruolo di maestri di vita, favole analizzate da una prospettiva diversa, una prospettiva che annulla ogni conoscenza acquisita in maniera passiva con lo scopo di liberare la mente dagli schemi imposti, è lo spunto per lanciare un messaggio a tutti coloro che sono alla ricerca di se stessi, un messaggio di speranza in cui l’amore “reicarna” tutto, persino la morte. Come il libro, anche lo spettacolo è un viaggio all’interno di se stessi alla riscoperta della propria natura, delle proprie origini.
Clarissa Pinkola Estès spiega che l’armonia del ritmo “vita-morte-vita” non è altro che un susseguirsi di morte e rinascita, e l’una non può esserci senza l’altra. Ognuno di noi teme, inevitabilmente, di uccidere una parte di sé, rinunciando – per eventi esterni che influenzano la nostra personalità – alla propria natura, ma il coraggio di osare e non temere gli eventi della vita ci permette di aprire una porta che conduce all’amore verso noi stessi: il coraggio di credere nuovamente al nostro istinto, e riconoscerlo come un vero e proprio dono. Ed è per questo che “La donna scheletro” offre al pubblico un messaggio di speranza di grande attualità, in un momento sociale in cui l’attaccamento alla vita e l’attesa dell’amore stesso sembrano dissolversi come neve al sole.

La stagione del Teatro Regina Margherita prosegue martedì 22 gennaio alle ore 19.30 con il secondo appuntamento della stagione concertistica organizzata dall’Istituto superiore di studi musicale Vincenzo Bellini di Caltanissetta che vedrà sul palco il fisarmonicista Ivano Battiston

LA DONNA SCHELETRO / Isola centro
Teatro-danza
Da “Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estès
Di e con Michele Albano

con i performer Josephine Giadone, Fara Romano, Bruno Sari
musiche originali e voce Patrizia Capizzi

coro danza Compagnia Ha Thor Academy
coreografia e regia Josephine Giadone

costumi Tiziana Morreale

produzione Raimondo Ruggeri Art Company

INFORMAZIONI
Teatro Regina Margherita

La donna scheletro: biglietti da 12 a 5 euro

C.so Vittorio Emanuele II – Caltanissetta

Botteghino: tel. 0934.547034, 0934.74703, 0934.74703 Lunedì, mercoledì e venerdì ore 9.30-12.30

Facebook: @teatrocomunalereginamargheritacaltanissetta; Instagram: @inaltromare

Biglietteria on line su www.liveticket.it.

Convenzionato con la Carta dei docenti e i bonus 18app solo on line sul sito liveticket.it

Commenta su Facebook