Al Palacannizzaro “Per volare non servono le ali”: evento finale della Gim School

506
Con l’evento finale dal titolo “Per volare non servono le ali” si conclude il primo anno di attività della Gym School. L’evento, celebrato al Pala Cannizzaro domenica sera, ha visto esibirsi gli atleti della scuola che si sono alternati al corpo libero, alla trave e al volteggio.
Il saggio è stato anche un modo per ripercorrere l’attività svolta durante l’anno, che è partita con l’adesione della società alla Federazione Italiana di Ginnastica. Subito dopo, le prime partecipazioni alle gare di diversi Enti di Promozione Sportiva, conquistando sempre i gradini più alti del podio nelle diverse specialità.  Ma l’attività di punta riguarda proprio quanto è stato fatto all’interno della federazione, dove agli atleti  sia della GAF (Ginnastica Artistica Femminile), che della GAM (Ginnastica Artistica Maschile) hanno avuto modo di essere convocati e quindi partecipare agli allenamenti collegiali e infine alle gare federali, dove alcune atlete hanno anche vinto la qualificazione alle gare nazionali.
Un altro importante traguardo è stato quello di organizzare a Caltanissetta le gare della Federazione Ginnastica Italiana nella sezione Ginnastica per Tutti, riportando dopo tantissimi anni nella nostra città le società sportive di tutta la regione e facendo vivere un momento di grande sport e divertimento ai giovani ed entusiasti atleti che hanno ripetuto gli esercizi fatti in quella sede, proprio durante la serata.
Tecnicamente impegnativa e divertente la prestazione della squadra dei giovanissimi della scuola: un gruppo di bambini a partire dai 3 anni di età che con grande simpatia hanno conquistato la qualificazione alla festa nazionale della ginnastica che si terrà a fine giugno a Rimini.
Altro motivo di orgoglio quello di essere divenuti Centro Coni e di aver ospitato a Caltanissetta un evento regionale di formazione con tutti i tecnici della Sicilia, guidato dal responsabile nazionale del progetto CONI al quale hanno avuto modo di partecipare anche gli atleti della scuola.
Il saggio si è concluso con una coreografia alla quale hanno partecipato tutti gli atleti delle diverse età, creando grande emozione fra il pubblico e fra gli atleti stessi.
Subito dopo i fiori i messaggi, gli applausi, fra gli atleti, i tecnici e la dirigenza commossi: l’idea che “per volare non servono le ali….” si è diffusa fra gli atleti che hanno capito che possono volare saltando sul trampolino del volteggio ma anche nella vita, aiutandosi, allenandosi, sognando e ….. lavorando insieme con assiduità. Un messaggio forte che ha impregnato tutti gli incontri della scuola e che è divenuto un valore interiorizzato nei giovani atleti.
Oscar Vancheri presidente della Gym School, sezione ginnastica del CUSN, che ha condotto la serata, ha concluso ringraziando tutto lo staff della scuola: i tecnici federali Ivana Salerno e Cristina Garlisi, il medico della squadra Dott. Giuseppe Messina e il presidente del CUSN il prof. Aurelio Armatore. l’ultimo applauso è stato tributato a Giorgia Frangiamore che, qualificata nella sezione Senior, parteciperà alle finali delle gare di Ginnastica Artistica Femminile che si terranno a Rimini alla fine del mese, portando la giovane scuola, a neanche un anno dalla sua nascita, a una finale nazionale.
Commenta su Facebook