Al buio l'uomo nero si vede meno! Via Turati e piazza Repubblica da settimane senza illuminazione

1312

In una società che vive di paure (alcune legittime altre auto alimentate), in una comunità sempre più arroccata in difesa, oltreché indifesa, la sicurezza diventa un valore ideale fondamentale, al pari della sua declinazione reale intesa come controllo del territorio e prevenzione dei reati. La base di tale sicurezza dalla rivoluzione industriale in poi si chiama illuminazione pubblica.
IMG_9898Oggi che la sicurezza porta a installare telecamere in ogni palazzo, negozio, bottega e garage, per proteggerci, appare quanto mai deprecabile l’assenza di pubblica illuminazione in una città capoluogo.
La paura dell’uomo nero si fa strada in via Turati, in piazza della Repubblica da almeno due settimane. Non l’uomo nero di pelle (ovviamente), ma l’uomo nero, quello cattivo. Perché non c’è sicurezza senza illuminazione e di questo ne è ben consapevole la Polizia che pattuglia la zona. Da oltre due settimane in uno dei quartieri più popolati della città non c’è l’illuminazione pubblica.
Prima  via Turati fino all’incrocio con via CArnevale. Poi le luci si sono via via spente in tutta la strada, in via Afasciana e intorno a piazza della Repubblica e in numerose altre strade del quartiere. Creando un tetro effetto di desolamento e insicurezza anche per chi non è troppo incline alle suggestioni. Ma se c’è buio, c’è buio per tutti. Ecco: più buio per tutti! potrebbe essere lo slogan.IMG_9901
Arrischiarsi in quelle strade diventa temerario, persino alle 9 di sera. Anche per ragazzi belli grandi e adulti, perché sono il luogo perfetto per fare uno scippo oppure aspettare qualcuno che esce dalla farmacia o dal bancomat e rapinarlo in tutta sicurezza. Non sia scambiato per un malsano consiglio, piuttosto per un umile suggerimento a porre rimedio a chi di dovere. Cosicché queste rimangano parole al vento e non facili profezie buone per un articolo dal tono “ve l’avevo detto io…”. Perché a rischio ci sono anche gli automobilisti e gli scooteristi, che agli incroci vedono solo i bagliori dei veicoli che provengono in senso opposto.
Poi, girando l’angolo, capiamo perché le luci sono spente. Forse per non far vedere i cumuli di spazzatura?
IMG_9902IMG_9857IMG_9903
IMG_9900IMG_9901IMG_9897IMG_9858

Commenta su Facebook