Aiuti alimentari. Ecco le somme stanziate ai Comuni del Nisseno

2734

472mila euro a Caltanissetta, 202mila a San Cataldo, 675mila a Gela, 90 mila a Mussomeli, 115 mila a Riesi e 108 a Mazzarino, 284 mila a Niscemi. Sono alcuni degli stanziamenti del Governo per consentire ai Comuni di attivare misure di solidarietà alimentare nei confronti delle famiglie che necessitano di un sostegno economico durante l’emergenza coronavirus. Somme che fanno parte dei 400 milioni di euro complessivamente erogati con ordinanza della Protezione civile nazionale.

A queste somme si aggiungeranno quelle stanziate dalla Regione Siciliana, per la città di Caltanissetta circa 100 mila euro.

Come saranno gestite le risorse

A individuare la platea dei beneficiari saranno i servizi sociali di ogni singolo Comune, che dovranno selezionare tra “i nuclei familiari più esposti agli effetti economici” e tra quelli “in stato di bisogno”, per soddisfare “le necessità più urgenti”.

Ma l’ordinanza prevede che prioritariamente debbano essere aiutare quelle famiglie che non percepiscono già “un sostegno pubblico”: dunque prima chi non riceve già il reddito di cittadinanza o altri aiuti come il reddito d’inclusione.

Commenta su Facebook