Aifa sospende un lotto di AstraZeneca sul territorio nazionale. In Sicilia verifiche in corso su due decessi sospetti

202

Il giornale Livesicilia.it ha dato in esclusiva nelle ultime ore le notizie riguardanti due morti sospette avvenute in Sicilia in concomitanza o in prossimità della somministrazione del vaccino AstraZeneca. Al momento non è possibile stabilire alcun nesso di causa effetto. Le due persone decedute sono un militare di 43 anni di Misterbianco e un poliziotto dell’Anticrimine di Catania di 50 anni, quest’ultimo deceduto a causa di una trombosi venosa profonda. Altri sei paesi europei Austria, Estonia, Lituania, Lussemburgo e Danimarca hanno sospeso lotti del vaccino. Non è ancora chiaro se i due casi siciliani siano correlati al blocco di un lotto AstraZeneca stabilito da Aifa su tutto il territorio nazionale (VEDI aggiornamento sotto). Di seguito il comunicato.

“A seguito della segnalazione di alcuni eventi avversi gravi, in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca anti COVID-19, AIFA ha deciso in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo di tale lotto su tutto il territorio nazionale e si riserva di prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con l’EMA, agenzia del farmaco europea. Al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi. AIFA sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i NAS e le autorità competenti. I campioni di tale lotto verranno analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità. AIFA comunicherà tempestivamente qualunque nuova informazione dovesse rendersi disponibile”.

***aggiornamento*** Un caso sospetto, legato alla decisione dell’Aifa di vietare l’utilizzo sul territorio nazionale le dosi del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca dopo la segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi”, sarebbe stato registrato in Sicilia.Un militare in servizio ad Augusta (Sr), Stefano Paternò,43 anni, originario di Corleone, ma residente a Misterbianco (Ct) è morto ieri mattina per un arresto cardiaco nella sua abitazione. Il militare il giorno precedente si era sottoposto alla prima dose di vaccino dello stesso lotto a cui fa riferimento l’Aifa.Sul caso la Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta e disposto l’autopsia. (ANSA).

 

Commenta su Facebook