Aiello: “Altro finanziamento perso”. Tumminelli ribatte: “Il privato si è ritirato, il Comune non c’entra”

1053

“Piuttosto che di un esperto per individuare finanziamenti, il Sindaco Ruvolo avrebbe bisogno di un esperto che non gli faccia revocare quelli già ottenuti”. Con queste parole il coordinatore di Forza Italia, Oscar Aiello, denuncia la perdita di un finanziamento concesso dall’assessorato infrastrutture e mobilità della Regione in forza del Piano nazionale di edilizia abitativa, per la misura relativa ai programmi di recupero e riqualificazione delle città.

 via Girgenti
uno sorcio di via Girgenti

Un finanziamento che nasceva da un protocollo d’intesa tra Comune, Iacp e una ditta privata che ha però ritirato la propria disponibilità all’investimento. Il programma di recupero, infatti, insisteva su un immobile di proprietà di privati in via Girgenti. Una palazzina a due piani che doveva essere recuperata, riqualificando anche l’area circostante. 1 milione e 170 mila euro erano i fondi statali a disposizione, 440 mila euro i fondi regionali, 110 mila euro circa quelli a carico del Comune di Caltanissetta e 405 mila euro a carico della ditta privata che aveva siglato il protocollo d’intesa nel 2010 e che era la proprietaria dell’immobile.

Mentre il Sindaco Ruvolo era impegnato a nominare l’ennesimo esperto, per la durata di 8 mesi, non nisseno e senza specificare a che costo – afferma Aiello – sulla Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana del 7 Luglio veniva pubblicato il Decreto del Dipartimento regionale delle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti con il quale è stato revocato un ulteriore finanziamento di oltre due milioni di euro, precedentemente concesso in favore del Comune di Caltanissetta per la realizzazione degli interventi di cui al Programma integrato per il recupero e la riqualificazione della Città”.

Ma secondo l’assessore Giuseppe Tumminelli la notizia non è corretta. “Innanzitutto perchè in questo caso il Comune non ha nessuna responsabilità. E’ il privato che è venuto meno agli impegni assunti nel protocollo d’intesa. Quest’ultimo, avendo in un primo momento dato la propria disponibilità alla partecipazione, all’inizio dell’anno ha comunicato all’Amministrazione la sua volontà di non procedere all’accordo sottoscritto. Pertanto, è venuto meno il fondamento dell’accordo, e dunque il finanziamento non più erogabile”. L’ufficio tecnico ha provato a fare una manifestazione d’interesse. “Nessun soggetto ha partecipato alla manifestazione di interesse – prosegue Tumminelli – né tantomeno il precedente soggetto privato è riuscito a individuare altri soggetti terzi”.

Di tutt’altra opionione il consigliere di opposizione Oscar Aiello. “Abbiamo ormai perso il conto di quanti finanziamenti sono stati revocati al Sindaco Ruvolo, milioni e milioni di euro tornati indietro che hanno certificato l’incapacità di far ottenere nuovi finanziamenti e l’incapacità di spendere quelli già ottenuti da altri. Questa Amministrazione comunale di centrosinistra passerà alla storia come la più dannosa ed inconcludente, il Sindaco Ruvolo potrebbe comunque ancora salvare la Città dimettendosi immediatamente”.

Ma per l’assessore ai lavori pubblici “gli interventi previsti per il Comune e per lo IACP saranno riproposti su altre linee di finanziamento in ambito regionale, ottenendo l’intera quota a fondo perduto, invece di prevedere una quota di partecipazione a carico del bilancio comunale (100.000,00 €), quota che può essere così investita in altri servizi per il territorio”.

Commenta su Facebook