Agroalimentare siciliano e tradizione a Milena con "Milenaria", il paese delle robbe

817

“A Milena (CL) una giornata per la riscoperta delle tradizioni agroalimentari”

locandina MilenariaMILENA – Si svolgerà Sabato 13 Ottobre il primo appuntamento con Milenaria: seminari, degustazioni gratuite e spettacoli con comune obiettivo di divulgare e valorizzare la tradizione contadina del territorio nisseno.

Appuntamento alle ore 18:00 presso la Biblioteca Comunale (Sala Falcone Borsellino) per il workshop rivolto agli agricoltori e operatori economici sul tema “Le opportunità di sviluppo e di crescita del settore agroalimentare siciliano”. Interverranno il Sindaco di Milena Dott. Giuseppe Vitellaro, l’Ing. Giuseppe Tona (Presidente Assoc. Tur. Pro Loco), il Dott. Calogero Fulvio Lunetta (Ispettorato Provinciale Agricoltura), la Dott.ssa Donatella Manzo (Resp. Val. e Prom. Prodotti Agroalimentari della Regione Siciliana), il Dott. Vincenzo Cusumano (Resp. Serv. Supporto Imprese della Regione Siciliana), il Dott. Calogero Cumbo (Coord. della Provincia di Agrigento), il Dott. Vincenzo Crapanzano (Presidente della Asprol Sicilia) e l’Arch. Pasquale Tornatore (Responsabile dei Presìdi Slow Food dela Cuddrireddra di Delia del Pomodoro seccagno della valle del Bilici e della Lenticchia di Villalba)

A seguire, in Piazza G. Garibaldi, degustazione gratuita dei prodotti tipici locali e spettacolo conclusivo di musica.

Il progetto rientra tra le azioni di informazione e comunicazione per la promozione delle produzioni agricole tipiche di qualità del Comune di Milena (CL), Decreto 17 febbraio 2003 – Concessione contributi per iniziative di informazione e comunicazione, promosso dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, dal Comune di Milena e dall’Assoc. Tur. Pro Loco Milena.

 

 

 

 

 

 

 

Documento di sintesi

Il progetto “Azioni di informazione e comunicazione per la promozione delle produzioni agricole tipiche di qualità del COMUNE DI MILENA”, mira a promuovere il sistema  locale e regionale nel sistema nazionale ed estero. La promozione del territorio e non di singole realtà economiche impone una forte  azione di coordinamento. Il successo complessivo dell’azione non sarà dato solo dall’attivazione di contratti di lavoro ma anche e soprattutto allo scambio di informazioni su possibili esperienze positive che si potranno attivare nel territorio con i partner individuati. La Sicilia ha bisogno di riaffermare la sua immagine come territorio in crescita e territorio di sviluppo. Il  progetto si propone l’obiettivo di promuovere le produzioni agricole tipiche locali quali uva, mandorle, olio d’oliva extra vergine e grano attraverso iniziative di informazione e comunicazione da attivare durante la partecipazione a seminari e workshop e ad incontri BtoB (dall’azienda verso altre aziende), e ciò al fine di diffondere la conoscenza di tali prodotti e di incentivarne la vendita anche fuori regione.

Il progetto intende fornire un supporto istituzionale agli operatori attraverso la partecipazione diretta dell’Amministrazione Comunale a iniziative che abbiano un ritorno di comunicazione e visibilità per l’intero settore agroalimentare locale e regionale, in particolare per i prodotti tradizionali e tipici del territorio e favorire la promozione del tessuto economico-produttivo locale attraverso un intervento che si sviluppa su vari binari: da una parte un processo di conoscenza e informazione anche sulle qualità organolettiche e salutari delle produzioni locali, un processo di accreditamento degli amministratori locali presso gli interlocutori istituzionali, ed una progressiva azione di matchmaking tra imprenditori locali e operatori economici terzi.

Tutte le azioni che mirano alla promozione di un consapevole e corretto stile alimentare, mirano contestualmente alla promozione dei prodotti tipici e della tradizione enogastronomica locale e regionale nonché alla promozione e valorizzazione del territorio e della sua cultura storico-antropologica. La conoscenza del territorio è alla base della produzione di prodotti di qualità, intesa oltre che come genuinità delle materie prime, anche come tracciabilità e conoscenza della provenienza dei prodotti. Il progetto pertanto intende promuovere i rapporti commerciali, gli operatori eno-gastronomici e gli operatori didattici per coniugare l’offerta enogastronomica di qualità con la conoscenza dei territori. In considerazione del taglio del progetto orientato a facilitare sia forme di comunicazione che forme di cooperazione a carattere durevole e sostenibili, l’intervento prevede di focalizzarsi sul principale driver di sviluppo ed in particolare sul settore agricolo e agroalimentare.

L’intervento si distingue per un approccio di tipo partecipativo volto a condividere con tutti gli attori del target group gli obiettivi del progetto e a rilevarne le istanze e le aspettative.

Commenta su Facebook