Aggressione all’ospedale di Niscemi, il Codacons avvia campagna di sensibilizzazione

334

Le aggressioni sono ormai all’ordine del giorno e sembra che si stia sempre più
diffondendo un vergognoso fenomeno di violenza nei confronti del personale sanitario
e medico ospedaliero.
L’ultimo grave episodio si è consumato al pronto soccorso dell’Ospedale Basarocco di
Niscemi (CL) nella giornata di domenica 17 giugno 2018.
Questa volta le vittime sono un medico e alcuni infermieri del 118, aggrediti da un
uomo che avrebbe dato in escandescenze distruggendo il reparto.
La Direzione del presidio Niscemi ha denunciato i fatti alle competenti autorità e
all’ASP nissena, evidenziando che non è più possibile lasciare gli operatori sanitari soli
di notte. È stato chiesto il servizio di guardiania anche a Niscemi, così come è già
presente nel nosocomio di Gela e di Caltanissetta.
Anche il Codacons Sicilia esprime solidarietà in favore del personale sanitario e medico
brutalmente aggredito, lanciando la campagna ”SANITÀ NO VIOLENZA NO
LUNGHE LISTE D’ATTESA”.
Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica ed i governi regionale e
nazionale, attraverso la richiesta di invio dell’esercito in Sicilia negli ospedali e nelle
guardie mediche per tutelare l’incolumità del personale medico e paramedico.
I legali del Codacons di Caltanissetta, gli avvocati Daniela Dell’Utri e Giuseppe
Orlando, di concerto con l’ASP nissena intendono promuovere la campagna di
sensibilizzazione anche sul territorio provinciale per consentire agli operatori sanitari
di lavorare serenamente e in piena sicurezza.
Avv. Daniela Dell’Utri
Presidente Codacons di Caltanissetta

Commenta su Facebook