Accertamento per morte cerebrale per l’insegnante di Gela. Era stata vaccinata con Astrazeneca

311

I medici dell’ospedale Sant’ Elia di Caltanissetta – secondo quanto riporta Italpress – hanno avviato gli accertamenti per decretare la morte cerebrale dell’insegnante 37enne di Gela in condizioni gravissime perche’ colpita da una emorragia cerebrale. Due settimane fa aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca. Le sue condizioni erano gia’ gravissime da venerdi’ scorso e non reagiva ai farmaci. I medici avevano provato a tamponare l’edema ma solo un miracolo avrebbe potuto salvarla. Da diversi giorni l’insegnante respirava artificialmente. La procura di Gela ha aperto un’inchiesta per accertare l’eventuale causalita’ con il vaccino che aveva ricevuto il primo marzo. Dolore e rabbia tra i familiari ed i tanti colleghi.

“Questa mattina – ha dichiarato all’Ansa il primario di Anestesia e Rianimazione Giancarlo Foresta – ho compilato la scheda di sospetta reazione avversa al farmaco per l’Aifa. La paziente, a quanto sembra non aveva malattie pregresse. Personalmente non ho la competenza per stabilire se esiste una relazione tra il vaccino e il quadro clinico della ragazza. Gli approfondimenti dell’Aifa serviranno proprio a chiarire questo”.

Commenta su Facebook